Le firme di Luigi Ferritto e Maria Lucia Minervino sulla Granfondo del Castelluccio a Battipaglia

0
362

Granfondo del Castelluccio 2015 arrivo FerrittoLo scorcio del Castelluccio, simbolo di Battipaglia, domenica scorsa, ha fatto da cornice all’omonima granfondo di mountain bike, manifestazione valida per il Trofeo dei Parchi Naturali-Mtbonline.it-Cicli Lombardo e del Giro della Campania Off Road, organizzata dall’Asd Mtb Fan.

Il lungo serpentone di partecipanti alla gara hanno potuto scegliere su tre percorsi differenti per tipologia e difficoltà altimetriche (granfondo di 43 chilometri con 1600 metri di dislivello; mediofondo di 30 chilometri con 1000 metri di dislivello; escursionistico di 23 chilometri con 600 metri di dislivello) disegnati tra la Valle del Tusciano, il Parco Regionale dei Monti Picentini e quello di San Michele regalando uno splendido colpo d’occhio al pubblico accorso numeroso sulle strade di Battipaglia e dintorni.

Nella gara regina di 43 chilometri si è formato un terzetto al comando composto da Pasquale Sirica (Cicloò Bike Team), Giuseppe Zagarella (Team Lombardo Bike) e Luigi Ferritto (Frw Factory Team) che, dopo qualche chilometro, perdeva contatto dai compagni di fuga per un piccolo errore di percorso.

Sulla seconda e più lunga salita, che conduceva al punto più alto della gara, Ferritto ha iniziato la rimonta, chiudendo il gap sui due battistrada a 100 metri dal gran premio della montagna, riuscendo a passare per primo. Nella successiva discesa che riconduceva alla cittadina di Olevano, guidavano la gara Ferritto e Sirica, mentre Zagarella passava leggermente attardato per un momentaneo errore di percorso.

Ferritto è riuscito poi a conquistare il gradino più alto del podio sui due élite Zagarella e Sirica che hanno chiuso entrambi con un gap di circa 3 minuti dal vincitore.

Al femminile monologo di Maria Lucia Minervino (Asd Super Team) che si è messa alle proprie spalle Luminita Ionela Molinaro (Asd Veloclub Temesa), Camilla Lenti (Cicloamatori Avis Bisceglie) e Aneta Malgorzata (Asd News Valley-Ciemme Sport).

Oltre a Ferritto (master 2), Zagarella (élite), Minervino (master donna 1), Molinaro (élite master donna) e Lenti (master donna 2), primati di categoria sul lungo ad appannaggio di Stefano Lisi (Chialà Cycling Team Locorotondo) tra gli élite sport, Giuseppe Parillo (Cubulteria Bike) tra i master junior, Giuseppe Ardizzone (Team Lombardo Bike) tra gli juniores, Ferdinando Novella (Bike&Sport Team) tra i master 1, Antonio Matrisciano (Cycling Team Nola) tra i master 3, Vittorio Pallino (Bike&Sport Team) tra i master 4, Raffaele Ginocchio (Cubulteria Bike) tra i master 5, Elio Montella (Cicloo Bike Team) tra i master 6 e Guido Biasoli (Team Ferrara Bike) tra i master 7.

La mediofondo di 30 chilometri è stata tutta nel segno di Lorenzo Milito (Cicli Fatato Roma – 1°master 1), sul podio assoluto Rinaldo Uccellini (New Valley-Ciemme Sport – 1°master 3) e Simone Tufi (ASD Tuttobici Romano – 1°elite sport), vittorie di categoria per Guglielmo Luongo (Bike&Sport Team) tra i master junior, Antonio Pasquarelli (Fontanavecchia) tra i master 2, Imerio Pisaturo (Alfano Bikes Elisa 97) tra i master 4, Antonio Manni (Melissano Bike Team) tra i master 5, Matteo Di Mauro (Ciclistica Eboli-Sele Bike) tra i master 6, Giuseppe Abbondandolo (Velo Club Apice) tra i master 7 e Angela Feola (Mtb Caserta) tra le master donna 2.

Nel segno della mozzarella di bufala doc, il pasta party finale e le premiazioni a sancire il gradimento della manifestazione che è stata la new entry della stagione 2015 del Trofeo dei Parchi Naturali oltre al Giro della Campania Off Road con la sfilata e la festa di tutti i vincitori del circuito sotto l’egida della Federciclismo Campania.

Oltre all’aspetto tecnico agonistico e sportivo, il sodalizio di Battipaglia ha associato alla manifestazione, come accade per molte delle grandi manifestazioni sportive in Italia e nel mondo, un evento benefico, formalizzando il legame con l’Associazione “ARCOBALENO – MARCO IAGULLI ONLUS”, contribuendo economicamente alle opere benefiche che questa svolge con passione e dedizione sostenendo le famiglie dei bambini oncologici sul territorio locale e proiettandosi anche in altre zone d’Italia.