Nuovo micronido a Piano di Sorrento

181

Meeting al micronidoHanno avuto inizio i sopralluoghi dell’Amministrazione presso le strutture scolastiche e di prima accoglienza del territorio comunale in cui sono giunte al termine opere di ristrutturazione, adeguamento o manutenzione. Il micronido di San Liborio, a lavori ultimati, è stata la prima tappa. Presenti il Sindaco Giovanni Ruggiero, l’Assessore alla Pubblica istruzione Rossella Russo, l’Assessore alle Politiche Sociali Daniele Acampora, i Consiglieri Maurizio Gargiulo e Antonio Russo e inoltre Michele Amodio e Nunzia Gambardella dell’Ufficio tecnico del Comune di Piano di Sorrento, il Dirigente scolastico Maria Rosaria Sagliocco e i responsabili della ditta aggiudicataria dei lavori.

«I luoghi di formazione rappresentano un settore prioritario nella pianificazione delle opere pubbliche a Piano di Sorrento – sottolinea il Sindaco Giovanni Ruggiero – nella convinzione di avere il dovere di offrire ai nostri figli spazi adeguati e stimolanti che accompagnino la crescita. Parliamo di oltre 7 milioni di euro circa di lavori progettati, in corso di realizzazione o da realizzare. Alle porte del nuovo anno scolastico, guardiamo e tocchiamo con mano i frutti di questa scelta».

Il progetto esecutivo, approvato dalla Giunta di Piano di Sorrento con Delibera n.18 del 18/01/2013, prevedeva lavori di ristrutturazione e adeguamento presso l’edificio esistente al fine di renderlo idoneo ad ospitare un micronido per bambini da 0 a 39 mesi. La struttura è stata suddivisa in due sezioni: una più piccola per bambini fino ad un anno di età e una più grande per bambini da uno a due anni. Tutti gli ambienti sono colorati e attrezzati in stile montessoriano secondo le esigenze di ogni età: c’è l’angolo morbido per la lettura, gli spazi dedicati al gioco, al movimento, alla drammatizzazione, alle attività laboratoriali, ai primi passi, alla simulazione di giochi tradizionali come il mercatino e le costruzioni, oltre ad ambienti dedicati all’igiene, al riposo, al pranzo e al cambio. Inoltre i servizi elettrici istallati nell’edificio sono alimentati da impianti fotovoltaici.

I lavori sono finanziati tramite il POR FESR 2007/2013 obiettivo operativo 6.3 “Città solidali e scuole aperte” della Regione Campania ottenuto insieme al Piano Sociale di Zona e affidati con Determina comunale n.229 del 15/04/2015 al Consorzio stabile Aries scarl di Napoli per la migliore offerta a ribasso su base d’asta per un importo complessivo di €347.600,60 oltre oneri per la sicurezza di €6.249,97 non soggetti a ribasso per un totale di €353.851,98.