Celebra i suoi venti anni l’infiorata di Casatori a San Valentino Torio

0
437

infiorataCelebra i suoi venti anni l’infiorata di Casatori a San Valentino Torio. La manifestazione per eccellenza nel comune dell’agro, conosciuta in tutta europa, si è conclusa ieri con il tradizionale passaggio della statua della Madonna dell’Addolorata sopra i tappeti di fiori realizzati dagli artisti, che da sabato 19 hanno lavorato incessantemente. Anche quest’anno sono stati due i temi che hanno ispirato i tappeti floreali della XX Infiorata. “Dio ha fatto cose grandi” è il soggetto da cui hanno trovato ispirazione gli artisti, mentre per gli alunni delle scuole primarie hanno percorso un vero e proprio viaggio attraverso la nostra bella penisola alla riscoperta delle “Bellezze d’Italia”: un viaggio ricco di cultura per conoscere meglio il meraviglioso patrimonio artistico e naturale della nostra nazione.

Dal 1996, in occasione dei festeggiamenti in onore di Maria SS. Addolorata, si ripete nella terza domenica di settembre l’Infiorata. Nasce con l’intento di riportare il nostro piccolo centro all’attenzione degli addetti ai lavori nel campo dell’agricoltura e del commercio, nonché per inserirlo artisticamente e culturalmente negli itinerari turistici.

Al centro della frazione, si realizzano tappeti floreali che, ispirati a vari temi religiosi o a dipinti e sculture famose, celebrano il Mistero della Vergine Maria e del Cristo suo Figlio. Questi tappeti sono scaturiti dalla tradizione dei fedeli che, al passaggio processionale delle sacre immagini, erano soliti cospargere le strade di fiori e foglie. A tal rito, ormai non più databile, si è pensato di armonizzare il tutto fino a creare questi meravigliosi tappeti, che si offrono ai visitatori e ai turisti, che restano ammirati di fronte ai milioni di petali, ben coordinati, in una
svariata diversità di colori.

La preparazione di questa edizione ha avuto inizio lunedì 14 settembre con il taglio dei fiori che si è protratto sino al 17. Venerdì 18 hanno avuto inizio i festeggiamenti con l’offerta di circa 200mila fiori da parte dei cittadini per la realizzazione del tappeto verticale in largo Trinciale. A seguire l’apertura degli stand gastronomici sui sapori antichi della Terra. Sabato, alle ore 18.30, il parroco don Gaetano Ferraioli ha presieduto l’affidamento alla Vergine Addolorata degli autotrasportatori, numerosi dei quali vivono proprio nella frazione valentinese. Alle 21.30 hanno
avuto inizio i lavori per la realizzazione del tappeto di fiori mentre durante tutta la giornata di domenica è stato possibile visitare le opere accompagnati da specialisti nel settore.

Alle ore 22, il vescovo di Nocera – Sarno, mons. Giuseppe Giudice, ha presieduto la Solenne Celebrazione Eucaristica alla presenza delle autorità civili e militari, in particolare il sindaco ing. Michele Strianese e il presidente della provincia dott. Giuseppe Canfora. Al termine della santa Messa ha avuto inizio il passaggio della madonna sui tappeti floreali.

E’ stata un’emozione profonda partecipare da primo cittadino a questa bellissima manifestazione – ha commentato Strianese – tutto il paese
si è unito intorno alla venerata statua della Madonna.

Raffaele Massa

Condividi
PrecedenteDramma sanità a Napoli: chiude Villa Bianca
SuccessivoNapoli, Vomero: ripristinate le strisce pedonali
avatar
Classe 1997, studente di lettere moderne presso l’università degli studi di Salerno, cerco di diffondere la buona, sana e critica notizia attraverso "Il Gazzettino Vesuviano". Vivo a Striano, studio musica, organizzo eventi e pratico il volontariato in numerose associazioni della mia città. Segni particolari? Mi ritengo una persona molto schietta, scherzosa, professionale al momento opportuno e che dà il 200% in tutto quello che fa, dai rapporti di amicizia fino agli incarichi assegnati. Credo di essere anche una persona precisa e metodica. Difetti? Eccome se ne ho! Se dovessi trovare una frase o una citazione che mi rispecchi, direi: “Lasciare il mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato” (Baden Powell).