Volla, manutenzione del verde pubblico: vince l’Aicast

355

Il giorno 8 settembre 2015 è stata inviata al Commissario Prefettizio del Comune di Volla una richiesta da parte dell’Aicast, associazione dei commercianti guidata dal presidente Gennaro Russo, riguardante una particolare problematica che affligge ormai da tempo il comune vesuviano.
La questione d’interesse pubblico sollevata dall’Aicast riguarda un’insufficiente manutenzione delle aree verdi: la mancata potatura degli alberi che costituiscono il verde pubblico della cittadina ha provocato non pochi problemi.

Gennaro Russo, Aicast Volla
Gennaro Russo, Aicast Volla

Molteplici sono state le segnalazioni e le lamentele da parte di numerose aziende locali riguardo le voluminose chiome degli alberi, talmente imponenti da arrivare ad invadere le finestre dei primi piani ed i marciapiedi a causa dei loro ingombranti rami che, oramai, son quasi ad altezza visiva. La conseguenza più grave di quest’incuria, tuttavia, si manifesta al calar della notte: gli alberi, che dovrebbero essere un piacevole elemento decorativo della cittadina, diventano concretamente fastidiosi, poiché fungono da ostacolo all’illuminazione pubblica, non garantendo quindi una visibilità sufficiente dei marciapiedi e dei negozi.

Al fine di migliorare quest’ormai insostenibile situazione che potrebbe portare all’insorgenza di problemi ben più gravi, quali danni a cose o persone, l’Aicast ha richiesto un intervento quanto più tempestivo possibile, anche al fine non meno importante di scoraggiare delle pericolose iniziative “fai da te” da parte di cittadini ormai stanchi di quest’incresciosa situazione.

In risposta a quest’istanza, adeguatamente sollecitata dal funzionario responsabile del verde pubblico, il Maggiore Giuseppe Formisano, il 15 settembre la ditta appaltatrice del servizio di manutenzione del verde ha assicurato, anche in risposta alla richiesta dell’associazione dei commercianti vollesi, che a partire dalla prima settimana del prossimo ottobre avrà inizio il tanto agognato intervento di potatura, che terminerà entro il 30 aprile 2016.

Per quanto possa sembrare di secondaria importanza, il verde urbano è, al contrario, fondamentale per il miglioramento della qualità della vita cittadina, non solo dal mero punto di vista estetico, ma anche e soprattutto da quello funzionale. Al fine di riconoscergli la dovuta importanza, non vi è niente di più ideale di un’adeguata e scrupolosa manutenzione.
Fortunatamente, però, la richiesta non è passata inosservata e l’esito della vicenda può essere riassunto con un detto di derivazione Shakespeariana: tutto è bene quel che finisce bene!

Rosa Russo

Aicast

flora napoli

Lascia una risposta