Labboccetta (FI): “Lettieri candidato a sindaco? Berlusconi ci ripensi”

186

amedeo laboccetta2«Anche un grande leader politico, come Silvio Berlusconi, può essere indotto in errore. E l’errore, in questo caso, è fargli credere che la candidatura di Gianni Lettieri possa unire e far vincere il centrodestra a Napoli».
A dirlo è Amedeo Laboccetta, vice coordinatore campano di Forza Italia.

«Lettieri ha avuto la sua occasione ed è stato battuto al ballottaggio: perché perseverare con una candidatura che la città non ha voluto premiare? Peraltro, l’ex presidente dell’Unione industriali non solo non ha brillato per attivismo nel contrasto alla sciagurata azione di governo di Luigi de Magistris, ma ha assunto un atteggiamento politicamente ambiguo prendendo

chiaramente le distanze da Forza Italia e rilasciando esplicite dichiarazioni d’amore nei confronti di Matteo Renzi. D’altronde – aggiunge l’esponente azzurro – non mi ricordo sue specifiche iniziative pubbliche a favore dell’ex governatore Stefano Caldoro alle recenti regionali. Mi stupisco anzi che Caldoro lo appoggi con tanta partecipazione».

«Lettieri si sta costruendo la sua piccola coalizione di civiche – ha continuato Laboccetta – perché è suo diritto riprovarci, ma è diritto del popolo di centrodestra mettere in guardia il nostro presidente da false rappresentazioni della realtà».

«E’ terminata la stagione degli esperimenti politico-elettorali, come dimostra la tragica esperienza napoletana con l’ex pm de Magistris e quella romana col chirurgo Ignazio Marino; esperimenti fatti pescando nella cosiddetta società civile.

Lettieri è un ottimo imprenditore e sono sicuro che potrà dare un eccezionale contributo come numero uno di Atitech ma per curare e rilanciare Napoli – ha concluso Laboccetta – obbiamo affrontare un dibattito ben più ampio coinvolgendo tutte le forze politiche e sociali che si riconoscono nei principi e nei valori indicati dal nostro leader Silvio Berlusconi».

Share