Mostra dei reperti archeologici di Oplontis: firmato il decreto finale

289

Le 'centauresse' di Oplontis

E’ stato firmato questa mattina presso l’assessorato regionale Cultura e Turismo della Regione Campania il decreto che destina definitivamente al comune di Torre Annunziata il finanziamento di 190mila euro, per la realizzazione della mostra “Oplontis: il fascino e la bellezza. Esposizione di sculture e oggetti delle ville romane”, che sarà visitabile nelle sale di Palazzo Criscuolo a partire dal 30 novembre e fino al 31 gennaio 2016.

“Questo è l’atto finale di un percorso cominciato ad ottobre dello scorso anno – dice il sindaco Giosuè Starita – che finalmente sta per giungere al suo esito: la mostra dei nostri straordinari tesori, che siamo certi attirerà nella nostra città migliaia di visitatori. Sarà un’occasione importante per affermare una diversa immagine della città, troppo spesso alla ribalta mediatica per tutt’altro genere di eventi. I nostri reperti saranno la testa di ponte per il rilancio di Torre, che passerà anche attraverso la risistemazione dell’area portuale e un più ampio programma di rigenerazione urbana”.

Della mostra e delle sue ricadute positive sulla città si parlerà anche nel corso della conferenza “Oplontis: la mostra e il progetto per la città”, che avrà luogo lunedì 19 ottobre alle ore 17,30 presso l’aula consiliare di Palazzo Criscuolo. Ne discuteranno il soprintendente archeologo di Pompei Massimo Osanna, il professore di sociologia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II Derrick de Kerckhove, il sindaco di Torre Annunziata Giosuè Starita e l’assessore alla Cultura Antonio Irlando.

Antonio Giuseppe Flauto