Lo Spartak San Nicola non demorde, dopo la sconfitta si rialza e riprende a lottare

225

IMG_5455Il C.F. Spartak San Nicola dopo la sconfitta con il Cus Caserta, al Pala New System, si sta allenando con impegno ed intensità agli ordini di Emilio Panniello. Il tecnico casertano ha il compito di risollevare il morale del gruppo, messo a dura prova dalla debacle di Casagiove. Panniello, dall’alto della sua esperienza e con un vissuto agonistico di vari anni nella massima serie, sa bene che in questi casi la miglior medicina è una convincente vittoria nella gara successiva.

I gladiatori biancorossi infatti stanno intensificando gli allenamenti cercando di capire gli errori commessi nella gara di Casagiove e soprattutto provando nuovi schemi di gioco. La sconfitta con il Cus Caserta, sebbene di enormi proporzioni, ha varie spiegazioni: quello biancorosso e’ un gruppo in evoluzione considerando che i nuovi acquisti sono giunti a campionato iniziato.

Ha pesato inoltre, in maniera determinante, l’infelice prestazione del portiere sannicolese e l’atteggiamento di qualche tesserato che non rispettando le scelte tecniche pre-gara ha creato i presupposti per inficiare la gara. Se a ciò aggiungiamo qualche decisione arbitrale avversa che in genere si subisce in trasferta ecco il giusto mix per un’inusitata sconfitta.

Un gruppo sano, laborioso ed attivo non può essere minato da atteggiamenti pretenziosi ed irriconoscenti di qualche atleta riottoso. Ricordiamo che la società Spartak San Nicola nasce per volontà ed intuizione di Nicola D’Andrea, sportivo di lunga milizia, ciclista professionista per almeno un decennio. La società nei primi due anni ha militato in serie D e nella C2 di futsal con risultati lusinghieri per la sua giovane storia. Lo Spartak infatti ha conseguito due salvezze tranquille togliendosi la soddisfazione di battere squadre più esperte o gareggiare alla pari con compagini di categoria.

Quest’anno a seguito della fusione con il Caserta Football, altra società locale, una bella realtà di calcio a 5 presente da anni sul territorio e gestita magistralmente da Gianni Inzolia, si è deciso di continuare l’escalation e partecipare al torneo di C1 con la denominazione C.F. Spartak San Nicola. Il sodalizio mira nell’arco di un paio d’anni ad uscire fuori dall’ambito regionale e partecipare al campionato di serie B. I tesserati, soprattutto i più giovani, devono essere consapevoli degli sforzi societari di proiettarli in una dimensione agonistica superiore ed esser grati a questi dirigenti.

L’esperienza del tecnico Panniello e la dedizione dello staff societario sono talmente grandi che contribuiranno a far crescere il connubio di esperienza e gioventù di cui si compone l’attuale rosa societaria. Il prossimo impegno di campionato, fissato per sabato 24 ottobre al Pala Ilario, contrappone lo Spartak San Nicola alla Real Sangiuseppese, florida realtà di calcio a 5 di San Giuseppe Vesuviano.

Gli sportivi sannicolesi sapranno accogliere i propri beniamini con l’affetto e la sportività dimostrata sinora. In simbiosi si cercherà di bissare la vittoria d’inizio campionato ad Avellino che possa essere di buon auspicio per il prosieguo del torneo.

Il “work in progress” del C.F. Spartak San Nicola non sarà certo inficiato da una sconfitta, sebbene inaspettata, perché da questi incidenti di percorso si deve trarre lo sprone per risollevarsi e riprendere a lottare così come nelle proprie peculiarità. La giovane realtà sannicolese di futsal, dopo la sconfitta di Casagiove, continua il suo percorso sportivo con l’acclarato auspicio di approdare a breve nel firmamento del Futsal nazionale.

Annibale Nuovanno

Share