US Scafatese, ancora una sconfitta per Amarante e i suoi

270

amaranteNulla da fare, l’US Scafatese incassa la terza sconfitta consecutiva, troppe le avversità che attanagliano la compagine gialloblù. Infatti, come se non bastasse la carenza di scelte nell’organico in seguito alle scelte societarie in settimana, ci si è messo anche la superficie di gioco in terra battuta (divenuta fango per la pioggia) e l’avversario peggiore che poteva capitare.

Amarante deve fare di necessità virtù e propone un 4-4-2 che dopo venti minuti diventerà il consueto 4-3-1-2. Cinque under in campo, altri cinque ’98 in panchina e il ’99 Palladino. Parte forte, troppo, il Montesarchio. Agata detta i tempi e le giocate suggerendo uno scambio con Ferretta, conclusione respinta. Poco dopo è Ferrauto in scivolata “kamikaze” a evitare il peggio, poi Liccardi scalda i motori con una conclusione potente. Prova a reagire l’US con Della femina che prova uno spiovente di poco sulla traversa. Il Montesarchio schiaccia forte sull’acceleratore e, prima con Fusco poi con La Montagan trova due pericolose conclusioni, è il preludio al vantaggio. Minuto 34’ Liccardi appostato fuori area raccoglie un disimpegno e con una bella girata di collo pieno scaraventa nel sacco. Prima della pausa Befi esegue una biciletta in area che trova i pugni di Gallo che mette in corner. Ripresa incoraggiante per i ragazzi di Amarante: Maione lanciato in area, si porta a pochi passi dal portiere, la conclusione è respinta. Sembra un buon momento per gli ospiti, ma non è così poiché al 55’ i biancocelesti raddoppiano grazie a un calcio d’angolo, ancora con il bomber Liccardi, questa volta la dormita difensiva è generale. La scossa per i gialloblù arriva ma è troppo tardi: ci prva capitan Cirillo che di testa coglie la traversa. Su un contropiede invece, Befi, finalizza con un gol ma l’assistente rileva offside. Allo scadere si riapre il match con la rete del neo entrato Palladino, ma l’asalto finale produce più danni che altro: espulso Della Femina e ammonito Mandica, costerà la squalifica.

Momento no per l’US Scafatese che nelle prossime settimane dovrà affrontare un pericoloso “tour de force” che vede in sequenza: S. Vito Positano, quarti di finale della coppa Italia e trasferta a Nocera.

Il tabellino

MONTESARCHIO – US SCAFATESE: 2 – 1

MARCATORI: 34’ e 55’ Liccardi

MONTESARCHIO(4-3-1-2): Campanico; Ferraro, Faraone, Signore, Liguoro D.; Fusco, Ferretta, La Montagna; Agata; Liccardi (80’ Bizzarro), Befi (88’ Clemente). A disposizione: Cerbone, Liguoro I., Cioffi, Bongiovanni, Di Blasio. All. Pasquale Ferraro

US SCAFATESE (4-4-2): Gallo; Sgueglia (80’ Matrone P.), Tortora, Cirillo, Ferrauto; Manzo (52’ Palladino), Della Femina, Mandica, Romano; Matrone V., Maione. A disposizione: Francavilla, Coscione, Vitiello, Donnarumma, Librera. All. Antonino Amarante

ARBITRO: Luigi Junior Viscusi di Avellino   Assistenti: Dario Apicella di C/mare di Stabia e Giliberto Sasso di Sala Consilina

NOTE: Superficie di gioco fangosa per pioggia. Ammoniti; Befi (M), Tortora, Romano, Mandica (US). Espulsi: Della Femina (US). Recuperi: 0’pt, 3’st. Corner: 6 – 2. Al 91’ espulso Della Femina (US) per proteste

Share