Il Vesuvio e le sue eruzioni, un libro dal passato sulla storia del vulcano

0
420
vesuvio_eruzioni_libro
Il Vesuvio e le sue eruzioni

È stato presentato ieri, presso la sede di Napoli dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – Osservatorio Vesuviano, il libro “Il Vesuvio e le sue eruzioni” (Doppiavoce Edizioni, 464 pagine).

Si tratta di un voluminoso lavoro del secolo scorso mai dato alle stampe dagli autori in possesso del prof. Corrado Buondonno che ne ha curato la pubblicazione.

Dalla presentazione scritta dal prof.  Buondonno si apprende la singolarità delle “vicende che hanno accompagnato per più di novanta anni, dagli anni 20 del 1900 al 2011, la impostazione, la prima stesura e raccolta di appunti, lo sviluppo, e infine la redazione e la presentazione per la stampa di questo trattato “inedito” di Giovanni Battista Alfano e Antonio Parascandola su Il Vesuvio e le sue eruzioni. Un trattato “completo” nel desiderio dei due Autori che hanno attraversato il ’900 dedicando al Vesuvio grandissima parte della loro attività scientifica, e nel quale la visione innata del naturalista si completa con il rigore del ricercatore che anche padroneggia un ampio arco disciplinare, come si desume dalla lettura del testo, scorrendo i rispettivi curricula dei due Autori, e come ben sa chi ha avuto modo di conoscerli.”

Si tratta dunque di un libro di grande valore storico, una vera e propria finestra sul passato del Vesuvio e sull’evoluzione del pensiero scientifico in ambito vulcanologico.

“La stampa di questo volume – ha commentato Giuseppe Luongo geologo e prof. emerito dell’Università Federico II – scritto a quattro mani da Alfano e Parascandola negli anni ’50, ha l’obiettivo di registrare il clima culturale nel quale si sviluppava la ricerca vulcanologica all’ombra del Vesuvio, attraverso il lavoro appassionato dei due studiosi che hanno partecipato attivamente allo sviluppo della scuola napoletana. A Napoli la vulcanologia, grazie alla presenza dell’Osservatorio Vesuviano, si svilupperà secondo due filoni, l’uno privilegiando le discipline dolci delle scienze della natura e l’altro delle scienze dure come fisica e chimica. Il confronto permanente all’Osservatorio Vesuviano e all’Università di Napoli tra i due settori di ricerca e le loro intersezioni produrranno un ambiente di ricerca in vulcanologia unico in Italia.”

vesuvio_eruzioni_libro_presentazione
Giuseppe De Natale direttore Osservatorio Vesuviano INGV

Ma il libro non è solo una voluminosa pubblicazione di storia del vulcano e della scienza, come hanno ricordato i numerosi e illustri personaggi intervenuti alla manifestazione, tra cui ricordiamo il direttore dell’Osservatorio Vesuviano Giuseppe De Natale e il commissario straordinario del Parco Nazionale del Vesuvio Ugo Leone, ma è anche un riaffiorare dal passato di un vasto patrimonio di saperi, una opportunità dunque per ampliare la conoscenza di un territorio vasto e complesso come quello vesuviano.

Una conoscenza indispensabile – come ha ricordato la prof. Emma Buondonno – per rimediare ai guasti fatti in passato, da una politica troppo spesso ignorante, e programmare razionalmente un futuro in cui rischio e pericolo non siano affrontati unicamente con la superstizione e il fatalismo.

vesuvio_eruzioni_libro_leone
Ugo Leone commissario Parco Nazionale del Vesuvio

Ferdinando Fontanella

Twitter: @nandofnt