Napoli, maltrattamento di animali protetti: 49enne denunciato

273

20151229_122240

Ancora un blitz contro l’uccellaggione è stato fatto nella giornata odierna dai Carabinieri Compagnia di Napoli “Nucleo Operativo di Poggioreale” in collaborazione con le Guardie Zoofile dell’ E.M.P.A. (Ente Mediterraneo Protezione Animali).

Il Blitz ha portato alla denuncia di una persona di 49 anni che deteneva numerose specie protette tra cui diversi cardellini, (Carduelis carduelis specie altamente protetta) , e lucherini.

Durante il controllo le guardie zoofile notavano che alcuni cardellini erano imbracati per le ali con spago e,quindi venivano utilizzati come richiami per attirare altri simili, provocando un danno irreversibile ai volatili.

L’utilizzo di questi animali come specie da cattura è una vera è propria barbaria nei loro confronti, in quanto costretti a atti innaturali per la loro specie, alcuni vengono addirittura accecati in modo da indurli alla pazzia e al canto sfrenato.

La cattura di questi esemplari nella specie di Cardellini, è assolutamente vietata dalla legge visto che trattasi di Patrimonio Indisponibile dello Stato, ma essendo una pratica molto redditizia è molto diffusa.

Il commercio illegale come spesso hanno denunciato le Guardie, in Campania è molto florido, forse anche dovuto alla semplicità con la quale si catturano questi esemplari e solo che, molto spesso, i bracconieri non sempre la fanno franca, come in questo e in molti altri casi.

Gli animali che risultavano non idonei alla liberazione sono stati portati all’Ospedale Veterinario ex Frullone di Napoli, per la riabilitazione e la successiva rimessa in libertà, mentre tutti gli altri sono stati Messi in libertà.