Castellammare, la processione di San Catello al via anche con la neve

376

san catello 2016Nonostante le condizioni meteorologiche avverse, con temperature a ridosso dello zero, tantissimi fedeli sono scesi per le strade di Castellammare di Stabia per la consueta celebrazione di San Catello, patrono della città. Processione che rischiava di essere posticipata a causa della caduta, nelle prime ore del mattino, di alcuni fiocchi di neve che potevano rendere azzardata un’uscita del santo, ma nonostante ciò, tutto si è svolto nella normalità.

In un periodo molto delicato per la cittadina stabiese, con la questione politica tutta da decifrare e con la crisi occupazionale che ora più che mai sembra insormontabile, i cittadini non si sono lasciati intimorire dal freddo, portando avanti le tradizioni.

Ricca di emozione la sosta presso Fincantieri, con il vescovo Alfano che ha cercato di dare parole di conforto a tutti gli operai che da tempo stanno vivendo una situazione complicata a causa della crisi nella quale è piombata l’azienda, che ha drasticamente ridotto il lavoro nell’indotto stabiese.

Processione che poi è continuata all’interno del centro antico con attimi di grande tensione: infatti, ad un certo punto, la statua del santo si è trovata a ridosso di alcuni cavi che ne rendeva difficoltoso il passaggio ma poi, grazie all’intervento

di alcuni residenti, è stato possibile spostare il filo e far continuare la processione. Tantissimi fedeli hanno salutato il ritorno in chiesa della statua di San Catello, con la speranza che, con la sua intercessione, Castellammare possa finalmente rinascere.

Gennaro Esposito

Lascia una risposta