Omicidio Vassallo, la svolta nel “giallo” del Cilento: altri 3 indagati

278

angelo_vassallo_27A circa sei anni dall’efferato omicidio, nel registro degli indagati per la morte del sindaco di Pollica Angelo Vassallo vengono iscritte altre tre persone.

Il sindaco “pescatore”, ucciso la sera del 5 settembre 2010, aveva brutti presentimenti su quello che stesse accadendo nelle sue terre del Cilento: probabilmente aveva intuito un traffico di droga in quei luoghi splendidi oppure, ancor peggio,

aveva captato investimenti in ristoranti e attività turistiche dei signori della droga.

Così fu ammazzato barbaramente e da allora non si conoscono nè gli esecutori nè i mandanti. Ma nelle ultime ore è arrivata la svolta: la Procura Antimafia, pubblico ministero Rosa Volpe, sta indagando su altre tre persone nell’ambito

dell’omicidio Vassallo. Sarebbbero del Cilento e provenienti dal Napoletano, persone che all’epoca erano coinvolti in affari che riguardavano le attività e le strutture ricettive delle località del Cilento.

Fino ad ora nel registro degli indagati vi era iscritto solo un brasiliano, fatto estradare qualche anno fa dalla Colombia.

Share

Lascia una risposta