Casamarciano, minacce e raid contro gli amministratori: incontro in prefettura

377

IncontroPrefetturaSi è svolta ieri mattina l’audizione del sindaco Andrea Manzi dinanzi il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza convocato dal Prefetto di Napoli Gerarda Pantalone nella sede di piazza Plebiscito. Con il primo cittadino erano presenti gli undici componenti la maggioranza che con la loro partecipazione hanno voluto ribadire il pieno sostegno alla fascia tricolore in un momento difficile per l’intera comunità, ancora scossa dalla escalation di minacce e gesti intimidatori subiti dall’amministrazione in carica negli ultimi tre mesi.

Anche il consigliere Giuseppe Castellano, che lo scorso 14 gennaio ha subito l’incendio dell’auto, era a Napoli per dare, con gli altri consiglieri ed assessori, un segnale di unità e coesione in un frangente faticoso per il paese e per l’amministrazione. Difficoltà, fatiche e paure confermate dallo stesso Manzi nel corso del colloquio, durato quarantacinque minuti, con il Prefetto Pantalone ed i rappresentanti provinciali dell’Arma dei carabinieri, della Polizia e della Guardia di Finanza. Il sindaco di Casamarciano durante l’incontro ha potuto ricostruire tutti gli eventi che hanno colpito la sua persona, la sua famiglia e la sua squadra di governo e ribadire l’urgenza di una risposta concreta ed efficace delle istituzioni.

Al termine, da parte del collegio è arrivato un importante riscontro. In particolare si darà vita ad una task force per la sicurezza con più controlli, sarà migliorato e potenziato il presidio sul territorio al fine di reprimere ogni forma o tentativo di criminalità ed illegalità. Agli atti di intimidazione che hanno cercato di colpire l’agibilità politica di Consiglio comunale, giunta e sindaco, si risponderà con una strategia costante e articolata rappresentata in primis da una più imponente presenza di forze dell’ordine.

In merito alle indagini sugli incendi delle auto del sindaco Manzi, lo scorso 27 ottobre, e di Giuseppe Castellano, sono state date conferme sul fatto che si sia vicini ad una svolta investigativa. Il prefetto Pantalone, infine, ha annunciato che nelle prossime settimane sarà a Casamarciano in visita ufficiale.

“L’incontro che ho avuto in Prefettura è un segnale importante e positivo dell’attenzione del Governo per quello che abbiamo definito il “caso Casamarciano”, un’ emergenza sicurezza che però non coinvolge solo il nostro ma tutti i piccoli Comuni ed i loro amministratori- ha affermato Manzi- Ringrazio il Prefetto Gerarda Pantalone per avere accolto l’ appello da noi lanciato e per la sensibilità dimostrata rispetto ad una situazione che ci ha travolti. Al Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza non abbiamo chiesto niente, abbiamo solo raccontato la situazione reale e la nostra preoccupazione. La risposta ottenuta ci riempie di speranza, ora non ci sentiamo più soli.

Lo avevamo ribadito già all’indomani dei fatti che ci hanno colpiti e lo ribadiamo ancora: questa lista, questa maggioranza, questa amministrazione e questo Comune non indietreggeranno di un millimetro nella loro azione. Non ci pieghiamo né ci piegheremo, ma l’attenzione della politica e del Governo sulla problematica dell’isolamento degli amministratori dei piccoli Comuni non dovrà mai calare”.

Share

Lascia una risposta