Castellammare, blitz dei Carabinieri: rinvenute armi nel rione Santa Caterina

512

IMG-20160211-WA0005I Carabinieri del gruppo di Torre Annunziata hanno effettuato un servizio ad “alto impatto” sul territorio per prevenire e contrastare illegalità diffusa.

Arrestate 4 persone, 3 su ordine dell’autorità giudiziarie e una per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti.

Sanzioni amministrative per circa 13mila euro, 8 esercizi pubblici sottoposti a controlli e 45 perquisizioni operate (tra domicili, persone e veicoli), ritiro di patenti di guida e carte di circolazione.

I carabinieri inoltre hanno sequestrato in totale circa 80 grammi di sostanze stupefacenti.

Dulcis in fundo, a Castellammare di Stabia, esattamente nel rione Santa Caterina – zona sotto l’influenza del clan “D’Alessandro”- i carabinieri dell’aliquota operativa di Castellammare hanno perquisito un intero condominio: 12 appartamenti occupati da soggetti d’interesse operativo che sono stati ispezionati palmo a palmo. Sono state rinvenute 4 armi. Erano nel sottotetto di pertinenza condominiale avvolte in pannolini per neonati.

IMG-20160211-WA0009C’erano una “Glock” con caricatore inserito e pieno di proiettili, una pistola “Luger” con matricola abrasa, munita di caricatore con 11 proiettili, una Beretta calibro 7,65 con caricatore inserito e un fucile ad aria compressa calibro 4,5 e ancora, 4 cartucce 9×21, 6 cartucce 7,65, 6 cartucce cal. 9 e 1 cartuccia cal. 98.

Le armi, poste sotto sequestro, saranno inviate al raggruppamento investigazioni scientifiche dei Carabinieri di Roma, per verificare il loro eventuale impiego in fatti di sangue o intimidazione.

In totale sono stati arrestate 4 persone: Gianluca Giacchetti (23enne oplontino) per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: durante la perquisizione domiciliare i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato, 78 grammi di hashish, già suddivisi in dosi, nascosti in una cassetta di sicurezza;

V.F.,26enne di Poggiomarino, già noto alle forze dell’ordine, arrestato in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Torre Annunziata: dovrà espiare 1 anno per atti osceni in luogo pubblico;

Assunta Vaiano, 24 anni, di Boscoreale, già nota alle forze dell’ordine, arrestata su ordine di carcerazione in regime domiciliare emesso dalla Procura di Torre Annunziata, condannata a 3 anni e 4 mesi per concorso in detenzione al fine di spaccio di stupefacenti;

infine Adil Belmkhair, 28enne, orginario del Marocco, agli arresti domiciliari, a San Giuseppe Vesuviano, arrestato su ordine di custodia cautelare in carcere del Tribunale di Nola, per concorso in resistenza a pubblico ufficiale.

Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati tradotti agli arresti domiciliari.

Share