L’ultimo saluto alla simpatia di Tommaso Scarpato. Ci ha lasciato a soli 55 anni

645

tommaso scarpatoQuesta mattina l’ultimo saluto ad un uomo simpatico, sempre disponibile e pronto alla battuta. Tommaso Scarpato, in maniera assolutamente inattesa, ci ha lasciato e questa volta senza nemmeno l’ombra di un sorriso sulle nostre labbra come era inevitabile quando casualmente lo si incontrava per le strade della sua Volla.

tommaso scarpatoIl suo nome l’ho intravisto su facebook ieri mattina e la notizia della sua dipartita, amplificata dai profili dei tanti amici ancora increduli, mi ha lasciato senza parole. Questa mattina tanti amici, conoscenti e semplici concittadini lo hanno salutato nella chiesa dell’Immacolata Taverna Noce a Volla.

Un attore, autore comico, un uomo affascinato dalle tavole del palcoscenico e che al teatro aveva dedicato tutta la sua vita. Una attore comico, ma non solo, una persona vera e sincera, un amico del il Gazzettino vesuviano. Per  il nostro giornale, a titolo assolutamente amichevole, nel 2011 aveva condotto brillantemente la serata di Miss il Gazzettivo vesuviano.

Personalmente lo avevo conosciuto circa una decina di anni fa, ci sentivamo di rado, ma non mancavamo mai di tenerci aggiornati sulle nostre attività. Non mancava mai di invitarmi ai suoi spettacoli, come giornalista, sicuramente, ma anche, e di ciò ne sono certo, come amico.

Il nostro caro amico Tommaso lascia la moglie Carmela ed i figli, Federico, di 17 anni e Gennaro, 21 anni, componente del talentuoso gruppo comico di Made in Sud,  “I Malincomici”. A loro la nostra vicinanza per un dolore che ha accomunati tutti  quanti conoscevano una persona straordinaria che, mai come questa volta, ci ha lasciato davvero troppo presto.

Sono anni che si parla della realizzazione di un teatro a Volla, cosa per la quale Tommaso si è sempre battuto, adesso, come già lanciato sui social, semmai questo desiderio, non solo di Tommaso, si dovesse realizzare, non potrà che essere intitolato al nostro Tommaso Scarpato.

Gennaro Cirillo

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano