Cento passi verso il 21 marzo: memoria e luoghi di impegno

272

11018880_966569383367653_8866108216321139489_oIl presidio stabiese di Libera parteciperà alla manifestazione organizzata in occasione della “Giornata nazionale della Memoria e dell’Impegno” che si terrà a Napoli il 21 marzo mattina, con corteo che da piazza Plebiscito giungerà a piazza Dante.

Per un ottimale coinvolgimento dei partecipanti, il nostro presidio ha pensato ad un ciclo di tre incontri preliminari, coinvolgendo delegazioni scolastiche del territorio.

 

Programma:

-sabato 13 febbraio ore 10.30-12.30 “Conosciamo l’Asharam” presso l’Asharam Santa Caterina, bene confiscato alla criminalità organizzata, per raccontare le problematiche e le storie di impegno civile che caratterizzano il nostro territorio.

-sabato 5 marzo ore 10.30-12.30 “Storie di memoria, radici di impegno” incontro con: Rosario Esposito La Rossa, scrittore ed editore della casa editrice Marotta&Cafiero di Scampia, cugino di Antonio Landieri, giovane vittima innocente di camorra; Annammaria Torre, figlia del sindaco Marcello Torre, vittima innocente di camorra.

– sabato 19 marzo ore 10.00-13.00 “I cento passi verso il 21 marzo” convegno con relatori il giudice dott.sa Criscuolo; Antonio Irlando amico di Giancarlo Siani; don Pasquale Somma viceparroco parrocchia del Carmine. Il convegno si terrà presso l’aula consigliare Falcone e Borsellino. A seguire corteo diretto prima all’albero della legalità situato presso la villa comunale nei pressi del bar Spagnuolo ed in direzione dell’Asharam Santa Caterina.

– lunedi 21 marzo dalle ore 9.00 alle ore 13.00 “Giornata nazionale della Memoria e dell’Impegno” partecipazione al corteo che partirà da piazza Plebiscito in direzione piazza Dante. Partenza da Castellammare di Stabia.

 

12189763_1076024825755441_3250747619358621956_nIl presidio area stabiese di Libera  è composto dal circolo Legambiente Woodwardia, l’associazione Carmine Onlus, Gli Amici della Filangieri, la Parrocchia del Carmine, l’Istituto E.Ferrari.

La sede operativa del presidio è l’Asharam Santa Caterina, bene confiscato alla criminalità organizzata e gestito, con finalità di riutilizzo sociale, dall’associazione “La Casa della Pace e della Nonviolenza”.

“Nonostante il nostro coordinamento territoriale sia nato solo il 30 ottobre scorso, grazie ad una rete di associazioni, cittadini e scuole siamo riusciti ad organizzare a Castellammare un importante evento di sensibilizzazione all’importanza dell’antimafia sociale, della memoria e dell’impegno civile. Il ciclo di incontri non si concluderebbe il 21 marzo, con la partecipazione al corteo di Napoli, bensì con ulteriori momenti di confronto durante i quali, i ragazzi, che hanno partecipato a tali attività, riporteranno l’esperienza vissuta ai loro colleghi studenti” dichiara Giuseppe Trotta, referente del presidio.

 

Share