Napoli, al via la III edizione di “Una vita da social”

307

CyberbullismoE’ ripartita il 28 settembre 2015 dall’istituto “Sannino Petriccione” del rione “Ponticelli” di Napoli la più importante ed imponente campagna educativa itinerante realizzata dalla polizia di stato e dal ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca nell’ambito del progetto “Generazioni Connesse” del “Safer Internet Center Italia”, sulla sensibilizzazione dei rischi e pericoli della “rete”.

Un progetto al passo con i tempi delle nuove generazioni, co-finanziato dalla Commissione Europea, che nel corso delle 2 edizioni precedenti ha raccolto un grande consenso: gli operatori della polizia postale e delle comunicazioni hanno incontrato circa 150mila studenti nelle piazze e 800mila nelle scuole, 25mila genitori, 10800 insegnanti, per un totale di 2800 istituti scolastici, 18mila km percorsi ed oltre 130 città raggiunte sul territorio e una pagina “Facebook” con oltre 700mila visualizzazioni settimanali sui temi della sicurezza online.

“Ancora una volta – si legge nella nota della polizia di stato – le istituzioni scendono in campo insieme ad associazioni, aziende e società civile per un solo grande obiettivo: fare in modo che i gravissimi episodi di cronaca culminati con il suicidio di alcuni adolescenti ed il dilagante fenomeno del cyberbullismo e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie, non avvengano più”.

Da Napoli a Milano passando per L’Aquila, Pescara, Pesaro, Rimini, Modena, Parma, Treviso, Trieste, Vicenza, Bolzano, Borgo Valsugana, Mantova, Piacenza, Pavia, Brescia, Seriate, Como, Novara, Aosta, Torino, Asti, Savona, Genova, la Spezia, Arezzo, Firenze, Prato, Lucca, Ventimiglia, Sanremo, Perugia, Assisi, Torre del Greco, Casal di Principe, Termoli, Manfredonia, Matera, Taranto, Spezzano Albanese, Crotone, Catania, Caltagirone, Gela, Agrigento, Castel Vetrano, Cagliari, Nuoro, Sassari, Civitavecchia, Viterbo, Tivoli, Tagliacozzo, Sora, Sezze e Roma, gli operatori della polizia postale, attraverso un truck allestito con un’aula didattica, incontreranno studenti, genitori e insegnanti sui temi della sicurezza online con un linguaggio semplice ma esplicito adatto a tutte le fasce di età.

Nella Regione Campania l’evento, grazie alla collaborazione fornita dall’Ufficio Scolastico Regionale, interesserà oltre 600 studenti delle scuole medie inferiori e superiori nonché insegnanti.

Per la tappa del 23 febbraio a Torre del Greco in piazza Santa Croce è prevista la partecipazione degli istituti scolastici: “G. Leopardi”, “Giampietro-Romano”, “Giusti” (di Terzigno), “Pascal” di Pompei e “E. Pantaleo”.

Il giorno successivo, 24 febbraio, l’evento si svolgerà a Casal di Principe in via Moscati con il coinvolgimento degli istituti scolastici: “Carli”, “Corso Dante Dd2”, “Massimo Stanzione” (di Orta di Atella), “De Mare” (di San Cipriano d’Aversa), “Segrè”.