Enogastronomia e fondi Ue, monti Lattari in prima linea

324

alfonso longobardi monti lattariMarchi di tutela e reti di impresa, i monti Lattari sono in prima linea per enogastronomia e fondi Ue.

E’ quanto scaturito dall’incontro tenutosi ieri promosso da Alfonso Longobardi, vicepresidente della commissione Bilancio in Regione Campania.

“Ho promosso oggi una riunione operativa sulle opportunità di sviluppo e territorialità. – ha detto longobardi – All’incontro hanno preso parte numerosi operatori socio-economici, esperti del settore enogastronomico, cittadini comuni, tutti interessati a comprendere le nuove occasioni messe a disposizione dal Psr (Piano Sviluppo Rurale) 2014-2020 ed in particolare a capire i nuovi strumenti per investire le risorse europee.

Occorre oggi puntare su strumenti come le Reti d’Impresa, i marchi collettivi e la valorizzazione delle identità territoriali.
Il nostro territorio non vuole spesa improduttiva e assistenziale ma investimenti coerenti con le proprie vocazioni. In tal senso l’incontro promosso oggi si è rivelato molto utile e con gli operatori del settore ci siamo aggiornati alle prossime settimane per entrare nel concreto delle scelte da compiere anche in vista dei bandi europei che si apriranno tra pochi mesi.

Ringrazio il direttore generale del settore Agricoltura della Regione Campania, dottor Filippo Diasco, e il dottor Italo Santangelo, funzionario regionale. Ormai il tempo è scaduto, abbiamo l’occasione storica di poter utilizzare i fondi europei 2014-2020 per un rilancio complessivo del settore enogastronomico e prodotti tipici presenti sui fantastici territori dei Monti Lattari e della Penisola Sorrentina.

Integrazione, condivisione e valorizzazione sono gli elementi fondamentali per dare un nuovo corso socio-economico ad aree rimaste per troppi anni dimenticate”.

A margine dell’incontro il direttore generale Agricoltura della Regione Campania Filippo Diasco ha sottolineato: “L’iniziativa è stata sicuramente molto valida perché intercetta un segmento di grande importanza come i marchi di tutela e i contratti di rete.
Il ringraziamento quindi va a chi ha pensato e organizzato questa iniziativa, l’onorevole Alfonso Longobardi, che si è rivelata un momento di confronto e informazione sulle novità che il nuovo Psr mette in campo per il settore”.

Share