Terreno sequestrato al clan Nuvoletta, affiliati si impossessano dell’azienda affittuaria: 4 arresti

325

carabinieri-2

I militari della terza sezione del Nucleo Investigativo dei carabinieri di Castello di Cisterna hanno eseguito una provvedimento di custodia cautelare in carcere, emesso dal gip di Napoli su richiesta della Dda di Napoli, nei confronti di 4 affiliati al clan Nuvoletta, storica organizzazione camorristica, ritenuti responsabili di violenza privata, tentata estorsione ed estorsione, aggravate dal metodo mafioso.

Si tratta di Angelo Nuvoletta, nato a Firenze classe 1959; Lorenzo Nuvoletta nato a Napoli classe 1982; Eduardo Nuvoletta nato a Napoli classe 1988; e Biagio Passaro nato a Villaricca classe 1983.

Secondo le indagini dell’antimafia tra settembre scorso e oggi, hanno più volte minacciato e usato violenza nei confronti dei titolari di un’azienda in affitto, situata su terreni a loro sequestrati a Pignataro Maggiore ex proprietà di società riconducibili al clan Nuvoletta, destinatarie del decreto di sequestro preventivo emesso dal gip lo scorso giugno del 2015.

Per costringere i titolari dell’azienda a rescindere il contratto di affitto, sui terreni oggetti del sequestro, gli indagati si sono recati “spesso ed in più persone senza alcun titolo sui terreni oggetto del sequestro imponendo la loro presenza e controllando l’andamento dell’azienda e hanno più volte imposto prestazioni , come la pulizia del’argine e la dazione di beni come gasolio agricolo con modalità mafiose.

Share

Lascia una risposta