Salernitana, finalmente la vittoria

317

Bagadur esultanteNel posticipo del lunedì sera della trentesima giornata di Serie B si affrontano, allo Stadio Dino Manuzzi, Cesena e Salernitana. Il Cesena quinta in classifica è alla ricerca dei tre punti per scavalcare Novara e Pescara e posizionarsi al terzo posto in solitaria. La Salernitana troverà di fronte a sé una squadra molto preparata che punta a salire in Serie A ma proverà in tutti i modi ad ottenere la vittoria, dopo il pareggio sfortunato dell’ultima gara contro l’Entella. La squadra campana non ha ancora vinto fuori le mura dell’Arechi ed ha bisogno dei tre punti per avvicinare il Vicenza terzultimo.

 

Il primo tempo comincia con il Cesena subito aggressivo, ma la prima occasione da goal capita sulla testa di   Bus al 4° minuto: cross di Colombo dalla destra, l’attaccante rumero colpisce di testa ma la palla termina sul fondo. Tre minuti più tardi ci prova anche Coda di testa su assist di Zito da punizione ma Gomis esce e riesce a bloccarla facilmente. Non si fa attendere la reazione del Cesena ed un minuto più tardi Ciano prova con un destro potente dal limite dell’area che Terracciano riesce a deviare. Bella partita con le squadre che si affrontano a viso aperto. Al 19° però un errore dell’arbitro cambia le sorti del match: cross di Renzetti per Djuric che cerca di stopparla ma Bagadur tocca il pallone con la mano, l’arbitro fischia ed assegna calcio di rigore nonostante il fallo sia chiaramente fuori area. Dal replay si nota nettamente come i due calciatori siano oltre la linea dell’area di rigore, neanche il guardialinee interviene a cambiare la decisione dell’arbitro. Va a battere dal dischetto Ciano, il portiere la tocca ma il pallone si insacca in rete. Vantaggio Cesena, ma la Salernitana ha mostrato un bel gioco e non merita di essere sotto. Al 25° calcio d’angolo per
gli emiliani, va a staccare di testa Djuric ma Terracciano la para. Al 28° altro rigore, stavolta per la
Salernitana: la punizione di Zito è diretta in area dove va a colpire di testa Coda ma il pallone sbatte sulla mano di Caldara; l’arbitro giudica volontario il tocco del difensore e assegna il penalty alla squadra di Menichini. Rigore dubbio ma, in questo caso, il tocco è in area e va analizzata solo la volontarietà del calciatore.

 

 

L’arbitro estrae anche il secondo cartellino giallo al difensore e il Cesena resta in dieci uomini.
Dal dischetto va Coda che la mette in rete di potenza. La Salernitana ritrova il pareggio e con l’uomo in più ha la chance di portare via i tre punti dal Manuzzi. Al 31° la Salernitana prova subito a portarsi avanti con il tiro di Gatto da posizione defilata, ma Gomis è attento e blocca. Due minuti più tardi anche Zito, per la Salernitana, con un tiro potente dalla distanza che termina alto sopra la traversa. Prova a reagire il Cesena ma non riesce a rendersi pericoloso; Ciano prova ancora dalla distanza al 40°, ma il pallone termina fuori.
L’ultima azione del primo tempo è ancora per il Cesena con l’ennesimo tiro da fuori area, stavolta di Kessie, che termina alto sopra la traversa. Il primo tempo si chiude sul risultato di 1-1.

 

La Salernitana parte fortissimo nel secondo tempo per provare a portarsi in avanti alla ricerca della prima vittoria in trasferta di tutto il campionato. Infatti al 48° Zito parte da centrocampo sulla fascia sinistra, avanza fin quasi al fondo per poi accentrarsi e, aiutato anche da un rimpallo, arriva al tiro; Gomis attento mette in angolo con i piedi. Al 50° scontro tra due calciatori del Cesena a centrocampo: Lucchini e Kone sbattono la testa ma il difensore ha la peggio ed esce sanguinante; mister Drago è costretto a sostituirlo. Lucchini era entrato durante il primo tempo al posto di Falco e viene sostituito da Magnusson. Passano diversi minuti e, al 62°, stavolta è il Cesena a rendersi pericoloso: ottimo cross di Sensi, dalla trequarti destra, diretto a Kessie che però non colpisce bene e non riesce a inquadrare la porta. Quattro minuti più tardi ancora Cesena con un calcio d’angolo, la difesa spazza ma il pallone arriva fuori area dove prova il tiro Sensi che però non raggiunge la porta. Azioni veloci da entrambe le parti con le squadre che però non riescono ad impensierire i portieri. Al 73° ci prova la Salernitana: scambio Rossi-Zito sulla fascia sinistra, il centrocampista ex Avellino va al cross dalla trequarti dove Coda colpisce di testa ma non riesce a inquadrare la porta. Passano solo pochi minuti e ci prova nuovamente Sensi da fuori area, sugli sviluppi dell’ennesimo calcio d’angolo per il Cesena, ma la palla termina altissima. Mister Menichini vuole vincere la partita e, al 77°, sostituisce il centrocampista Zito con l’attaccante Donnarumma e passa al 3-4-3.

 

 

Il Cesena attacca con una sola punta che può essere chiusa bene dai tre difensori granata, ma l’aggiunta di un attaccante può portare maggiori occasioni da goal. Il Cesena prova a sfondare la difesa campana con una lunga azione che all’82° permette a Sensi di servire largo Kessie il quale prova il tiro verso la porta, ma il pallone finisce oltre il palo. Ottima azione della Salernitana all’86° con l’assist in profondità di Donnarumma diretto a Bus che prova la conclusione ma viene murato da Perico; il pallone ritorna sui piedi di Bus che però non riesce a costruire nulla e si accontenta del calcio d’angolo. Sull’angolo va al colpo di testa Donnarumma con il pallone che termina fuori. Al 89° ancora un tiro di Bus, stavolta da fuori area, ma la conclusione è debole e viene facilmente bloccata da Gomis. Al 90° brivido per la Salernitana con l’ottima azione del Cesena con Kone e Djuric che si scambiano il pallone e il tiro dell’ivoriano che Terracciano riesce a bloccare. La partita sembra ormai agli sgoccioli, ma al 94° viene assegnata una punizione alla Salernitana defilata ma al limite dell’area: Nalini crossa al centro dell’area dove Bagadur colpisce di testa e proprio allo scadere dei quattro minuti di recupero il pallone entra in porta. Il difensore corre esultante verso la panchina ad abbracciare i compagni di squadra e l’arbitro fischia la fine del match. La Salernitana vince 2-1 sul campo ostico del Cesena, dove non aveva mai vinto, ed ottiene la prima vittoria in trasferta di tutto il campionato. Ottima partita per i calciatori di Menichini ed importantissima vittoria in chiave salvezza.

 

Terracciano esulta con i pochi tifosi salernitani presenti a CesenaTABELLINO

Cesena-Salernitana 1-2:  Ciano(C) 19° rig. – Coda(S) 28° rig. – Bagadur(S) 90°+4

Cesena (4-3-3): Gomis; Perico, Capelli, Caldara(ESPULSO), Renzetti; Kessie, Sensi, Kone; Ciano(Dal Monte

85°), Djuric, Falco[Lucchini 36°(Magnusson 50°)]. Allenatore: Drago.

Salernitana (4-4-2): Terracciano; Colombo(Tuia 25°), Bernardini, Bagadur, Rossi; Gatto(Nalini 57°), Moro,

Odjer, Zito(Donnarumma 77°); Bus, Coda. Allenatore: Menichini.

 

Erasmo Micera

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano