Mitoraj atterra negli scavi di Pompei, la rassegna a maggio

850

mitoraj

Seguito ideale della mostra allestita nel 2011 nella Valle dei Templi, arriva a maggio a Pompei una rassegna dedicata a Igor Mitoraj. L’esposizione accoglierà 28 sculture monumentali in bronzo che saranno collocate in diversi settori degli Scavi: dal Santuario di Venere al Foro, da Via dell’Abbondanza alle Terme Stabiane al Quadriportico dei Teatri.

Gli imponenti ed eleganti personaggi scultorei ispirati all’iconologia classica dei miti e delle leggende convivranno con le architetture dell’antica Pompei: Dedalo e la Villa Imperiale, il Centurione e il Tempio di Iside, Ikaria e i Lupanari.

Le grandi statue vengono montate in queste ore nei viali dell’antica città tra la curiosità dei turisti. Questo è’ l’avvio della grande mostra Mitoraj a Pompei che porterà accanto alle domus e ai templi i capolavori dello scultore polacco scomparso nell’ottobre 2014. Aprirà il 15 maggio negli scavi e sarà visitabile fino all’8 gennaio 2017.

Proprio in queste ore, l’enorme statua in bronzo di Dedalo, la prima di 28 sculture che troveranno posto negli scavi di Pompei, è stata posizionata su un basamento allestito nel tempio di Venere, con lo sguardo rivolto verso la penisola sorrentina.

Alla mostra lavorano, oltre alla Soprintendenza di Pompei, la Fondazione Roma del presidente Emmanuele Emanuele, l’Atelier Mitoraj di Pietrasanta, che l’artista aprì nel 1983 per la vicinanza alle cave del marmo di Carrara, e la Galleria d’arte Contini di Venezia.