Volley Scafati, battuta in tre set Vis Severiana

346

foto Montescaglioso - GivovaLe ragazze di Givova Volley di  coach Meneghetti sfoderano una prestazione convincente sotto il profilo tecnico ed agonistico riprendendo nel migliore dei modi la propria corsa verso le zone nobili della classifica dopo la beffarda debacle della 19° giornata contro Baronissi.
Coach Esposito, tecnico delle montesi, propone Calculli in palleggio con Fedeli opposta, Abrescia e Manzo in banda, Ragone e Sorrentino centrali, Scalise libero.
La Givova, finalmente al completo, si schiera sul parquet del PalaWojtyla con Villani al palleggio, Lisandra Valdes Perez opposta, Resia Esposito e Piccione in Banda, D’Aniello e Ricciardi centrali, Guida libero.
In avvio di primo set è un perentorio 0-5 canarino ad indirizzare il parziale nella direzione voluta dalla Givova: Valdes Perez e Piccione passano con continuità e le centrali gialloblu sono abili a trasformare in punto gli errori in ricezione delle padrone di casa.
E’ un pregevole lungolinea di Piccione su alzata in bagher di Palumbo (terza presenza consecutiva per la canterana) a chiudere il parziale sul punteggio di 12-25.
Le padrone di casa, appaiono più volitive in avvio di secondo parziale (5-2 grazie ad un ace di Ragone). La Givova, tuttavia, è compatta a muro e in difesa ed efficace in attacco e piazza l’immediato contro-break (0-3) che vale il primo vantaggio (5-6 grazie ad un diagonale vincente di Resia  Esposito).
L’incerto avvio di secondo set è ancora una volta spezzato dai “vincenti” delle laterali gialloblu ( un diagonale da p2 di Valdes Perez vale il 12-16) che piegano piuttosto agevolmente la resistenza della difesa montese. Una correzione di D’Aniello ed un muro di Valdes Perez portano Scafati sul +5 (19-24) prima dell’inatteso tentativo di rimonta delle locali che rosicchiano ben 4 palle set (23-24). E’ un dolce tocco di Ricciardi su primo tempo a siglare il 23-25 conclusivo.
Il terzo set vive nell’incertezza solo nelle battute iniziali. Dopo l’ace di Abrescia del 10-9 la piazza un break “monstre” (1-9) grazie alle conclusioni vincenti di Resia Esposito, ai “primi tempi staccati” di D’Aniello e al muro di Ricciardi. Raggiunto il massimo vantaggio le ragazze di Meneghetti si limitano ad amministrare gioco e punteggio e conquistano il set col punteggio di 18-25.

Share