Napoli, sequestrate 3,5 tonnellate di sigarette di contrabbando

262

foto1

Nell’ambito della quotidiana attività di prevenzione generale e di controllo economico del territorio a cura del Comando Provinciale della guardia di finanza di Napoli, sono stati intensificati i servizi tesi al contrasto dei traffici illeciti, specie con riferimento alla recrudescenza del fenomeno del contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

In tale contesto, i finanzieri della Compagnia di Nola hanno tratto in arresto un soggetto di nazionalità italiana per contrabbando di sigarette e sottoposto a sequestro 3.604,980 kg di tabacchi lavorati esteri nascosti in un locale ricavato all’interno di un’abitazione privata sita nel Comune di Camposano (Na).

In particolare, a condurre i finanzieri nolani sul deposito “all’ingrosso” di sigarette di contrabbando è stato lo sviluppi investigativo scaturito da un controllo eseguito ad un cittadino da una pattuglia insospettita dal fatto che il predetto stesse percorrendo contromano una delle strade principali del piccolo comune nel nolano.

Perquisendo il soggetto, i finanzieri hanno scoperto alcune stecche di sigarette nascoste in uno zainetto e poi, nel corso della rituale perquisizione domiciliare, rinvenuto un vero e proprio deposito di tabacchi di contrabbando che, secondo i primi accertamenti, sarebbe servito a rifornire tutti i rivenditori “al dettaglio” del nolano.

Il contrabbandiere è stato arrestato mentre il carico, che si compone di oltre 180.000 pacchetti di sigarette per un valore di circa 400.000,00 euro, è stato sottoposto a sequestro. L’attività di servizio svolta testimonia il costante presidio, esercitato dalla guardia di finanza sul territorio, a contrasto di tutti quei comportamenti in grado di minare la sicurezza dei cittadini ed alimentare l’economia illegale che danneggia il territorio, tutela la salute dei consumatori e restituisce risorse allo Stato.

Share