Castellammare: centinaia di biciclette contro le trivelle

283
CatturaIn vista del referendum di domenica 17 Aprile, si è tenuta per le strade di Castellammare la manifestazione “E mò pedala No triv!” per invitare la cittadinanza a votare “Si” al referendum del 17 aprile. L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione di promozione sociale “Gli amici della Filangieri”.
La campagna di sensibilizzazione all’uso della bicicletta, nata nel 2011 con l’intento di sensibilizzare i cittadini all’uso della bicicletta, contro il crescente traffico che impervia in città, e in favore di uno stile di vita più sano, eco sostenibile per una città più vivibile, è scesa in strada questa volta per invitare la cittadinanza a votare in favore del referendum abrogativo del 17 Aprile.OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Le parole del presidente dell’associazione sono state chiare nell’indicare i motivi per cui l’associazione da anni propone alla città questo tipo di iniziativa: “Bisogna cambiare il futuro energetico del paese – ha detto Aldo Ivano Iezza – Tra cinque, sei, dieci anni, dovrà cambiare la politica energetica. La nostra battaglia, de ‘Gli amici della Filangieri’ è la mobilità sostenibile, lo stiamo facendo da 5 anni e lo continueremo a fare, un giorno speriamo in una città, non come Amsterdam o Copenaghen, ma almeno pedalabile ed in sicurezza”.
Tanti sono stati gli slogan e i cori che hanno intonato i tanti partecipanti all’iniziativa, tutti in favore del “SI” contro le trivelle entro le 12 miglia. La manifestazione si è conclusa a piazza Matteotti, dove era stata piazzata una trivella di cartone, che è stata simbolicamente distrutta. La pedalata è stata seguita dalle volanti della polizia municipale che hanno gestito il flusso del traffico.OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Giovanni Luigi Donnarumma

 

Share