Choc a Secondigliano, raffiche di mitra contro la caserma dei carabinieri

381

carabinieri-notte-provolera

Grandissima paura nella notte a Secondigliano. Una tranquilla sera di metà primavera è stata turbata da alcuni “malviventi”, presumibilmente quattro, che hanno iniziato a sparare nei confronti della caserma dei carabinieri.

Circa dieci sono stati i colpi esplosi da alcuni giovani. Alcuni dei militari che erano nella caserma sono riusciti a notare la giovane età di questi vandali che potevano rischiare di fare un strage.

Fortunatamente, i colpi esplosi non hanno colpito nessun uomo in servizio e nessun passante. Danni lievi sono stati riscontrati all’esterno della struttura.

Secondo i carabinieri, tuttavia, questo episodio testimonia l’ottimo lavoro che si sta svolgendo sul territorio di Secondigliano e dell’intera area napoletana. Tutto ciò non può che dare fastidio a chi opera nell’illegalità da anni e cerca, con affari loschi, di impadronirsi del territorio per raggiungere più potere possibile.

La caratteristica che più spaventa gli inquirenti, comunque, è che nel “gruppo di fuoco” c’erano ragazzi molto giovani i quali sono stati già coinvolti all’interno degli affare criminali. Le indagini sono in corso e si spera di far luce il prima possibile sull’episodio.

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano