Salernitana vince la sfida salvezza contro Livorno

314

coda salernitanaSfida salvezza all’Arechi di Salerno, nella trentottesima giornata di Serie B, tra Salernitana e Livorno. Le due squadre sono rispettivamente terzultima e penultima con un solo punto di vantaggio della compagine granata sugli avversari. La Salernitana viene da due pareggi consecutivi, mentre il Livorno ha ottenuto un’importante vittoria nell’ultima giornata contro il Latina. Ci attende una partita piena di emozioni, con le squadre che si daranno battaglia alla ricerca di punti fondamentali per la corsa alla salvezza.

Inizia subito bene la Salernitana che si porta in vantaggio dopo solo un minuto con Donnarumma: calcio d’angolo diretto proprio all’attaccante che colpisce di testa dal centro dell’area e insacca alle spalle di Pinsoglio. Il Livorno viene gelato; tutto da rifare per gli uomini di Gelain. Altro pericolo su colpo di testa al 14°per il Livorno che lascia Franco libero di colpire al centro dell’area, ma Pinsoglio stavolta e attento e riesce a bloccare. Tre minuti più tardi il Livorno va vicino al pareggio con il pallone in profondità per Vantaggiato che sbuca alle spalle della difesa ma, a tu per tu con il portiere, tira in malo modo facendosi respingere la conclusione dall’ottima uscita di Terracciano. Al 27° ottima azione del Livorno che arriva al tiro dai venti metri con Schiavone; il tiro è potente e ben indirizzato ma Terracciano riesce a respingere con un’ottima parata. Due minuti più tardi è ancora Schiavone a far esplodere un tiro potentissimo da fuori area che però si stampa sul palo negando al centrocampista la gioia del pareggio. Dal palo nasce il contropiede della Salernitana con Oikonomidis che viene fermato dalla difesa livornese ma, sul rinvio errato di Antonini, va al tiro dal limite Coda che insacca alle spalle di Pinsoglio. Dal possibile pareggio al raddoppio della Salernitana in nemmeno un minuto. Al 39° calcio di rigore dubbio per il Livorno: Ceccherini a pochi passi dalla linea di porta tira al volo, dopo la sponda di un compagno, ma Terracciano riesce a respingere; sugli sviluppi dell’azione Luci va al tiro dal limite dell’area e sulla deviazione di Empereur l’arbitro assegna calcio di rigore. Dal replay sembra che il pallone colpisca la spalla del difensore granata ma l’arbitro non ha alcun dubbio e assegna il penalty. Sul dischetto va Vantaggiato che insacca di potenza sulla sinistra. Il Livorno riapre la partita a cinque minuti dall’intervallo. Al 42° la Salernitana si fa nuovamente pericolosa in attacco con il tiro di Moro dal limite dell’area che viene respinto da Pinsoglio e termina a pochi centimetri dal palo. Non mancano le emozioni in questa sfida salvezza; ritmi molto alti e tante azioni da goal da entrambe le parti. Il primo tempo termina sul risultato di 2-1 per la Salernitana, ma ci attendono altri quarantacinque minuti ricchi di emozioni.

Nel secondo tempo è il Livorno ad essere partito meglio, alla ricerca del pareggio che può cambiare le sorti del match, ma i ritmi risultano essere più bassi con la Salernitana che si difende bene e cerca di rallentale il gioco. La prima azione pericolosa del match, infatti, arriva al 59° e porta al goal del 3-1 per la Salernitana con l’appena entrato Zito. Azione di contropiede per i granata sulla sinistra con Coda che serve in profondità Donnarumma, quest’ultimo prova il tiro ma il pallone sbilenco raggiunge Zito che con la porta spalancata non deve far altro che appoggiarla in rete. Secondo goal in campionato per Zito, dopo il goal con l’Avellino nella prima parte di stagione, e Salernitana che aumenta il proprio vantaggio. Al 64° però la Salernitana resta in dieci per l’espulsione diretta di Odjer che entra a piedi uniti sull’avversario sulla fascia destra. Si prospetta un finale di partita pericoloso per la Salernitana, che è si in vantaggio di due goal ma dovrà giocare per quasi mezz’ora in inferiorità numerica. Menichini effettua subito un cambio sostituendo l’attaccante Donnarumma con il centrocampista Ronaldo per difendersi e sopperire all’uomo in meno. Nonostante l’inferiorità numerica la Salernitana sfiora il quarto goal al 69°: pallone lungo per Gatto che difronte a Pinsoglio tira largo. Al 75° il Livorno prova a ridurre lo svantaggio col il colpo di testa di Comi, sul lancio dalla trequarti, ma il pallone termina alto sopra la traversa. Un minuto più tardi, invece, arriva un altro contropiede pericoloso della Salernitana che porta al tiro di Coda dal limite dell’area, però il pallone termina largo. Al 86° ci prova nuovamente il Livorno con il tiro da fuori area di Luci sul quale arriva prontamente Terracciano che devia in corner. Nei minuti di recupero sul cross dalla destra arriva la semirovesciata di Comi per il Livorno, ma Terracciano è ancora una volta attento ad evitare il goal. Negli ultimi minuti il Livorno ci ha provato con tutte le forze, nonostante il doppio svantaggio, ma la Salernitana è riuscita a difendersi bene e la partita termina con il risultato di 3-1. Tre punti importantissimi per i granata che si mettono a più quattro sugli avversari ma soprattutto raggiungono Modena e Latina (che però ha una partita in meno) a quota 40 punti. La salvezza ora non sembra più un miraggio.

 

TABELLINO:

Salernitana-Livorno 3-1: Donnarumma(S) 1° – Coda(S) 31° – Vantaggiato(L) 40°rig. – Zito(S) 59°

SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Colombo, Bernardini, Empereur(Bagadur 45°), Franco; Gatto, Moro, Odjer(ESPULSO), Oikonomidis(Zito 54°); Coda, Donnarumma(Ronaldo 68°). Allenatore: Menichini.

LIVORNO (3-4-3): Pinsoglio; Ceccherini, Emerson, Vergara(Moscati 69°); Antonini, Schiavone, Luci, Lambrughi; Aramu(Vajushi 61°), Vantaggiato, Baez(Comi 45°). Allenatore: Gelain.

 

Erasmo Micera