Nolano, ubriachi e drogati alla guida provocano incidente: 2 denunciati

293

carabinieri notte portoServizi ad alto impatto dei carabinieri della compagnia di Nola per contrastare diverse manifestazioni d’illegalità diffusa.

Contestate violazioni al codice penale e a leggi speciali. Denunciato un 49enne di Saviano già noto alle forze dell’ordine. Che si e’ reso responsabile di resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione: i carabinieri della stazione di Saviano lo hanno notato alla guida di una Fiat Coupe e gli hanno segnalato l’”alt” perché sapevano che era sprovvisto patente.

L’uomo ha prima finto la manovra per accostare ma poi è ripartito repentinamente tentando di ‘seminare’ i militari subito alle sue calcagna. Dopo un inseguimento iniziato a Saviano e protrattosi fino alla stazione di Piazzolla l’uomo ha abbandonato l’auto ed è fuggito a piedi. Con successivi accertamenti sul veicolo i carabinieri hanno scoperto che la vettura era provento di furto.

Un 50enne di San Gennaro Vesuviano è stato denunciato per violazione alla prescrizione del divieto di condurre qualsiasi veicolo a motore impostagli dalla prefettura (divieto impostogli dopo la segnalazione quale assuntore di stupefacente).

Ancora due denunciati, uno per guida sotto l’influenza di alcool e l’altro di sostanze stupefacenti. Sono due 24enni, uno di San Paolo Belsito e l’altro di Napoli. Sono rimasti coinvolti in un sinistro stradale a San Gennaro Vesuviano in località Pagliarone e nell’ambito delle indagini effettuate subito dopo l’incidente, sono stati sottoposti ad analisi del sangue e tossicologiche presso l’ospedale di Nola. Quello che aveva bevuto aveva un tasso alcolemico superiore di 1,5 g/l (tre volte il massimo consentito). L’altro era sotto effetto di cannabinoidi.

Un 48enne di origini marocchine è stato deferito per aver reso false dichiarazioni ai militari sulla propria identità e per violazioni alla legge sulla immigrazione: fermato dai cc perché si aggirava con atteggiamento sospetto nel parcheggio del “Vulcano buono”, è stato controllato e ai militari ha pensato di riferire generalità false. Non era inoltre in regola con le norme sull’immigrazione.
Sul fronte della prevenzione su strada sono state contestate 60 violazioni al c.d.s.: guida senza patente, mancanza di documenti, assenza di revisione, di copertura assicurativa, guida senza casco, omesso uso delle cinture di sicurezza, uso del telefono cellulare durante la guida.
15 veicoli sono stati sottoposti a sequestro amministrativo.

Share

Lascia una risposta