Castellammare, “Global Service”: finalmente il bando

232

Palazzo_Farnese

Gestione dei servizi di manutenzione integrata del territorio, il Comune di Castellammare pubblica l’appalto da 4 milioni di euro con la clausola sociale per disoccupati e lavoratori in difficoltà. Chi si aggiudicherà il cosiddetto appalto “Global service” avrà l’obbligo di attingere per il personale da impiegare dalle liste del Comune di Castellammare.

Si tratta di elenchi di disoccupati o di lavoratori in cassa integrazione o in mobilità delle tante realtà occupazionali in crisi della città, a partire dall’indotto Fincantieri fino ad arrivare agli operai ex Avis, ex Stabia Porto. Una possibilità di ricollocarsi nel mondo del lavoro grazie alla “gestione integrata del Patrimonio urbano” così è chiamato ufficialmente il bando di gara pubblicato dal Comune tramite la Stazione Unica Appaltante (Sua).

E’ l’idea nata sotto la passata gestione dell’ex sindaco Nicola Cuomo, dopo il lancio dell’idea da parte del consigliere comunale di opposizione Luigi Greco alcuni membri del Pd fecero propria la proposta lavorandoci e anche scontrandosi sul tema. Alla fine dopo vari tira e molla il provvedimento approvato dalla giunta arrivò in aula e fu approvato dal consiglio comunale. Dopo un lungo iter ecco che l’ente comunale dà il via alla gara d’appalto di durata triennale e con base d’asta che sfiora i 4 milioni di euro.

Ristrutturazione e manutenzione degli immobili di proprietà del Comune così come la pulizia e la cura delle aree verde, per poi arrivare alla manutenzione di strade e marciapiedi. Tutti questi servizi saranno racchiusi in unico grande appalto da cui potranno trarne beneficio disoccupati e lavoratori in difficoltà del territorio. Infatti, dopo la richiesta del parere all’Anac (Anticorruzione) di Raffaele Cantone, è stata inserita una clausola sociale all’interno del disciplinare di gara che impegna il futuro aggiudicatario dell’appalto ad assumere personale tra i lavoratori in difficoltà sul territorio.

La Sua (Provveditorato delle Opere pubbliche di Campania e Molise) nella giornata di ieri ha pubblicato il bando che verrà assegnato all’offerta con il maggior ribasso e per cui sarà possibile presentare istanza fino al prossimo 17 maggio.