A Portici la XIII edizione di “Mediterraneo e dintorni”

326

IMG_3947Inaugurata questa mattina la due giorni tra natura e benessere alla presenza del sindaco Nicola Marrone e del direttore del Dipartimento di Agraria, Matteo Lorito. Alle 11 l’apertura dei cancelli e subito bagno di folla, nella splendida cornice dell’Orto Botanico del Sito Reale di Portici, si è rinnovato l’appuntamento con Mediterraneo e dintorni, giunta alla sua tredicesima edizione. La manifestazione, organizzata dal MUSA (Musei delle scienze agrarie) e dal Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II e patrocinata dal Comune di Portici, sarà dedicata quest’anno a Carlo di Borbone, uno dei maggiori protagonisti della grande stagione storica del Settecento europeo, primo sovrano della dinastia che dal 1734 s’insediò sul trono del Regno di Napoli e del quale ricorre quest’anno il terzo centenario della nascita.

Carlo, insieme alla consorte Maria Amalia di Sassonia, volle la costruzione della Reggia di Portici, facendo di questo Palazzo uno splendido esempio di residenza reale in Europa. Dal 1872 al suo interno venne istituita la Scuola Superiore di Agricoltura – che nel 1935 diviene Facoltà di Agraria della Università di Napoli Federico II – e nel giardino superiore della Reggia fu contestualmente fondato l’ Orto Botanico.

Il tema della manifestazione, legato alla natura, al benessere e all’alimentazione verrà sviluppato all’interno degli spazi settecenteschi dove, nell’ incantevole ambientazione di una natura primaverile, saranno presenti espositori di piante, oltre a numerosi stand provenienti dal territorio regionale dedicati all’alimentazione di qualità e alle produzione olearie e vinicole campane. Tra le novità, i profumi e le spezie della Provenza e i sapori di Serafino, vera e propria appendice culinaria della Sicilia approdata a Napoli, dalle fritture di pesce alle arancine della tradizione, dalle panelle alle granite al pane cunzato e ai cannoli farciti al momento, un viaggio tra i sapori della cultura e della tradizione dell’antica Trinacria.

Nei giorni della mostra sarà aperto lo splendido Herculanense Museum che ripropone l’originaria vocazione museale della Reggia e sarà visitabile la suggestiva collezione delle Macchine agricole.
Importante novità di quest’anno è la collaborazione instaurata con il Museo Nazionale di Pietrarsa, grazie alla quale si potrà usufruire di un biglietto integrato che permetterà di abbinare l’ingresso a “Mediterraneo e dintorni” a quello del sito di Pietrarsa.

Il giorno 1 maggio, inoltre, il Museo di Pietrarsa, nell’ambito dell’iniziativa “Pietrarsa Express”, vi farà vivere l’emozione di un viaggio a bordo di carrozze d’epoca, con partenza da Napoli e possibilità di arrivare con questo “mezzo alternativo” a Portici (per ulteriori informazioni consultare il sito www.museopietrarsa.it). I viaggiatori potranno così raggiungere la Reggia e, esibendo il biglietto, usufruiranno di uno sconto alla mostra mercato.
Tra le diverse iniziative della manifestazione, si segnala quella di domenica 1 maggio quando a partire dalle ore 11 il prof. Massimo Ricciardi – membro dell’Accademia Italiana di Cucina – racconterà, tra storia, aneddoti e ricette, la cucina ai tempi dei Borbone. Sono previsti inoltre laboratori per bambini per avvicinarli al mondo della natura e alla storia del Sito Reale.

Share