Castellammare, Pd nel caos. Centrodestra, Cimmino è in pole

243

comune castellammareA pochi giorni dalla presentazione delle liste, Castellammare è ancora in attesa di conoscere il nome di tutti i candidati sindaco dei vari schieramenti.

Ad ora, sono ufficiali solamente le candidature del Movimento 5 Stelle con Vincenzo Amato e della lista portata avanti da Salvatore Vozza che si rimette in gioco dopo aver già ricoperto questo ruolo molto delicato. A tenere banco è sicuramente la logorante battaglia che sta avendo luogo all’interno del centro sinistra che non riesce a trovare un candidato che riesca a soddisfare tutti.

Nei giorni scorsi si era data per certa la candidatura di Antonio Pannullo ma ad ora sembra ancora lontana. Dopo i rumors che volevano il rientro di Cuomo al fianco di Corrado nel Pd, da quanto appreso nelle ultime ore, a guadagnare terreno su Pannullo è stato Dello Joio che andrebbe a soddisfare la “vecchia guardia” e i scontenti attuali come, per esempio, l’ex primo cittadino di Castellammare (oltre che accontentare il Presidente della Regione De Luca).

In serata c’è stato, ed è ancora in corso, un incontro fra i vertici regionali per poter finalmente mettere la parola fine a questa lunghissima telenovela ma bisognerà aspettare ancora qualche ora. Sembra, comunque, che il favorito dovrebbe essere, ancora una volta, Antonio Pannullo ma non si escludono colpi di scena dell’ultima ora.

Situazione completamente diversa per il centrodestra che ormai da tempo sembra essere riuscito a trovare il proprio candidato sindaco. Si tratta di Gaetano Cimmino che, senza grosse difficoltà ad onor del vero, è riuscito a convincere gran parte dei suoi colleghi.

Nonostante ciò, conferme ufficiali dal diretto interessato non ce ne sono state e, per questo motivo, si rimane anche nel “mistero”. Ma ormai i giochi sono quasi fatti: nel giro di pochi giorni tutto dovrebbe essere più chiaro con la speranza che chiunque sarà il prossimo primo cittadino di Castellammare possa lavorare, solamente, per il bene della città.

Gennaro Esposito

Share