Il Napoli batte l’Atalanta, l’ultimo scoglio Champions si chiama Torino

426

Gonzalo-Higuain-NapoliIl Napoli si riprende il secondo posto e torna immediatamente a +2 dalla Roma vittoriosa in quel di Marassi contro il Genoa. La squadra di Sarri mantiene la sua imbattibilità casalinga e da una prova di forza contro l’Atalanta dell’ex Reja, che non ha mai dato l’impressione di crederci veramente.

Bastano 10 minuti a Gonzalo Higuaìn per insaccare il gol numero 31 in questa stagione, imbeccato perfettamente da Hamsik (premiato ad inizio gara per le 400 presenze con la maglia del Napoli), l’argentino torna al gol e continua nell’ impressionante ruolino di marcia in questo campionato.  

Nel secondo tempo il Napoli alza il ritmo e cerca più insistentemente il raddoppio, i partenopei sembrano però carenti di cattiveria e non riescono ad infliggere la zampata vincente all’avversario che appare in evidente difficoltà; questo scenario resta immutato fino al 32’ del secondo tempo, quando Callejon dalla destra imbecca Higuaìn che di testa supera per la seconda volta Marco Sportiello. Il Pipita con 32 marcature è sempre più vicino al record di gol segnati in una stagione detenuto da Nordahl che nel 1950 andò a segno ben 35 volte.

Nel finale di gara si registra un po’ troppa sofferenza, l’Atalanta, mai pericolosa fino ad allora, riesce ad accorciare le distanze anche grazie alla dea bendata: il tiro piuttosto sbilenco di Freuler viene deviato da Koulibaly, poi da Albiol prima di sorprendere Reina per il 2-1 finale.

A causa delle tante palle-gol sprecate dagli azzurri, gli uomini di Sarri sono costretti a giocare con una buona dose di preoccupazione gli ultimi 8 minuti di gara prima di conquistare i meritati 3 punti. Adesso diventa decisiva la prossima sfida in casa del Torino, sarà lì che gli azzurri si giocheranno la sicurezza di disputare la Champions League nella prossima stagione.

Sarri Europa LeagueIntervista post partita, Maurizio Sarri rompe il silenzio stampa ed analizza la partita con l’Atalanta:
Siamo soddisfatti per la vittoria ma dispiace aver subito un gol in una partita dove il nostro portiere non ha compiuto interventi; dispiace anche per quel po’ di sofferenza finale che non ci sarebbe stata se avessimo sfruttato meglio le tante occasioni create. Dovevamo segnare di più.”
Sul carattere della squadra:A livello tattico e tecnico abbiamo tantissima qualità ma dobbiamo crescere caratterialmente, appena abbassiamo i ritmi concediamo sempre qualcosa all’avversario. In questa stagione sono andate via tante energie nervose e non tutti sono abituati a questo, è stata la prima stagione del genere per molti di loro.”
Calciomercato: “I miei centrocampisti arrivano poco al gol? Se dal mercato arriverà un centrocampista che segna di più, bene, altrimenti dovremo creare noi i presupposti con quello che abbiamo a disposizione.
Contratto: Un mese fa ho incontrato De Laurentiis e abbiamo deciso di parlare di contratto a fine stagione, non vedo quindi la necessità di parlarne qui. Se ha espresso parole positive nei miei confronti non posso che esserne contento.”

ranieriComplimenti a Ranieri:Gli allenatori Italiani sono di alto livello, sono felicissimo per Ranieri, vincendo la Premier con il Leicester ha davvero compiuto un’impresa straordinaria”.

Mario Zambardino

Share