Sette rapine a supermercati e ricettazione: arrestati 4 giovani a Poggioreale

carabinieri-arrestoI Carabinieri della Compagnia di Napoli Poggioreale questa mattina hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare (con il collocamento in comunità) emessa dal G.I.P. presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, su richiesta della locale Procura per i Minorenni, nei confronti di quattro soggetti (tre minorenni e uno divenuto maggiorenne nel corso dell’indagine), ritenuti responsabili di concorso in rapina aggravata e ricettazione.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, sul conto dei quattro indagati sussistono gravi indizi di colpevolezza in ordine a sette rapine a mano armata commesse tra marzo e maggio 2015 a discount ubicati a Napoli, quartiere San Giovanni a Teduccio, e nei comuni di Volla, San Giorgio a Cremano e Cercola.

In primo luogo, la capillare capacità di controllare il territorio urbano di competenza da parte dei militari, ha permesso di raccogliere i primi fondamentali elementi indizianti. In particolare, durante un servizio di pattuglia in zona Poggioreale, un militare, che aveva visionato qualche giorno prima la sequenza di una rapina ripresa dalle telecamere poste a sorveglianza dell’esercizio, osservando un’area parcheggio motocicli ha riconosciuto (notando piccoli dettagli come la leva del freno piegata e la sella strappata) lo scooter utilizzato dai malviventi.

Da quel momento l’indagine condotta dai carabinieri, sotto il coordinamento dell’Autorità Giudiziaria, anche con l’ausilio di mezzi tecnici, ha permesso l’identificazione dei quattro e la riconducibilità del gruppo alla commissione seriale di rapine a mano armata.

Altro aspetto particolare da sottolineare è stata l’utilità dei social network. L’analisi dei profili e delle fotografie postate dagli indagati (che nei profili facebook si definivano ‘i malesiani’), attraverso la contestualizzazione temporale e visiva, ha fornito agli accertamenti spunti esplorativi e importanti conferme, che hanno rafforzato e consolidato il quadro indiziario.

L’indagine si inserisce in un ampio fronte investigativo sulle rapine a mano armata ai danni di esercizi commerciali portato avanti dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Poggioreale, coordinati nelle varie tranches dalla Procura per i Minorenni e dalla Procura Ordinaria di Napoli. Attività che negli ultimi mesi ha permesso complessivamente di scoprire 17 rapine ai danni di esercizi commerciali ubicati a Napoli, Cercola, Portici, San Giorgio a Cremano, Sant’Anastasia e Volla, ed arrestare, in flagranza di reato ed in esecuzione di misure cautelari, 12 soggetti (tra cui 6 minori).

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
Precedente“Verità per Giulio Regeni”: a Napoli flash mob organizzato da Amnesty International
SuccessivoVolla, rubano stereo da una Fiat: presi in 3
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.