Torre del Greco, avviso pubblico per “accordi territoriali di genere”

0
293

Ciro BorrielloIl Comune di Torre del Greco si candida a presentare come ente capofila istanza in merito all’avviso pubblico “Accordi territoriali di genere” emanato dalla Regione, e per questo cerca partner per la costituzione della partnership della rete territoriale. È quanto contenuto in un apposito avviso pubblico diramato dal segretario generale dell’ente, Anna Lecora, per conto dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello su specifica propsta dell’assessore alle Pari opportunità Romina Stilo.

L’obiettivo dell’avviso pubblico è “investimenti in favore della crescita e dell’occupazione” e riguarda tre specifici campi: realizzazione del piano di comunicazione, finalizzato alla promozione dell’accordo territoriale di genere ed alla diffusione delle attività previste dal progetto; realizzazione di Concilia point, spazi dedicati all’erogazione di servizi di sostegno all’occupazione femminile; erogazione di buoni per l’acquisto di posti in servizi di cura socio-educativi rivolti ai bambini di età compresa tra 3-12 anni ed a bambini di età compresa tra 0-36 mesi.

Proprio per quest’ultimo aspetto l’ente, attraverso l’avviso, “rivolge invito a manifestare interesse”. Le istanze – come è specificato nell’avviso, integralmente riportato sul sito del Comune (www.comune.torredelgreco.na.it) – devono essere indirizzate al segretario generale in plico chiuso entro e non oltre le ore 12 del prossimo 30 maggio.

“In sede di presentazione dell’istanza di partecipazione – si legge nell’avviso pubblico – il soggetto proponente dovrà allegare l’elenco delle strutture titolari-gestori di servizi per l’infanzia presso le quali utilizzare i buoni servizio, idonee e disponibili ad erogare le singole categorie di servizi che si intende attivare.

L’intervento prevede l’erogazione da parte dell’Ambito di buoni servizio per l’acquisto di posti in servizio socio-educativi per l’infanzia, a favore delle donne in età lavorativa con carichi di cura, selezionate dall’Ambito territoriale di riferimento”.

Lascia una risposta