Ricci attacca: “Solo bugie, Viscovo sa benissimo come stanno le cose sul Puc”

375

Salvatore Ricci“Nessuno fa ostaggi e tantomeno nessuno vuole essere ostaggio di nessuno. Non è nemmeno una partita di pallone e non è certamente una guerra, ma è una cosa seria che riguarda tutti i cittadini di questo nostro paese e non soltanto chi si candida”. Una dichiarazione in conclusione di campagna elettorale quella rilasciata dall’ex sindaco di Volla, esponente di Forza Italia, Salvatore Ricci, che non lesina critiche al candidato delle civiche per Volla, Andrea Viscovo. A suo modo di vedere, l’ex sindaco, sentitosi direttamente colpito dalle parole del candidato, parla di attacco ingiusto all’operato della sua amministrazione e ai danni di Forza Italia, attacchi giunti solo perché lo schieramento berlusconiano risulta oggi opposto al tentativo del giovane avvocato di agguantare la fascia tricolore. Attacchi che a dire di Ricci sono solo populismo non degno di chi si presenta per rinnovare.

“Per quanto riguarda il Puc, Andrea Viscovo non si deve permettere di parlare in questi termini di Forza Italia, anche perché lui stesso ha cercato il nostro appoggio, e solo dopo, quando l’intesa non c’è stata, il mio partito è di colpo diventato oggetto di critiche e di affermazioni gratuite e menzognere. Se Viscovo vuole un confronto con me, dato che non c’è stato tempo per farlo in campagna elettorale, anche dopo questo voto di ballottaggio e qualsiasi sia il risultato, io sono ben disponibile.

Non ho problemi a dire – continua Ricci – che lo stimo e lo reputo un amico, ma dico che non è all’altezza di fare il sindaco perché se crede a quello che va affermando non capisce niente di amministrazione. Se poi si è fatto trasportare dalla competizione elettorale, allora deve dirci se si presenta come “il nuovo” o se anche per lui al ballottaggio ogni mezzo è lecito pur di spuntarla.

Viscovo è un avvocato, è stato consigliere comunale, ma se dice che la mia amministrazione ed in particolare il mio partito non è riuscito ad approvare il Puc si sbaglia di grosso. Forza Italia insieme a qualcuno che oggi appoggia proprio Viscovo, vedi ad esempio Pasquale Guastafierro, mio vicesindaco nella nostra esperienza amministrativa, il Puc in consiglio comunale lo ha approvato. Poi lo stesso strumento urbanistico è stato dichiarato decaduto da una sentenza del Tar alla quale l’amministrazione venuta dopo di noi non si è opposta mandando in malora tutto il lavoro fatto per il bene della città. Di certo le colpe di quanto accaduto sotto il sindaco Guadagno non possono essere ascritte a Forza Italia.

Del resto Viscovo, che è stato al mio fianco all’opposizione della decaduta ultima amministrazione di sinistra, sa benissimo come stanno le cose del Puc”.

 

Share