Sport, esami di scherma nella Reggia di Portici

schermaScherma, il 25 e 26 giugno p.v., nelle sale del Palazzo Reale di Portici sede del Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli, si svolgeranno gli esami della sessione estiva per il conferimento del titolo di maestro e istruttore di scherma.

Gli esami sono organizzati e gestiti dalla Accademia Nazionale di Scherma, Ente Morale fondato in Napoli nel 1861, che, in virtù del Regio Decreto 21 novembre 1880, sin da allora, svolge tale funzione.

Il diploma rilasciato dall’Accademia è l’unico riconosciuto dalla Federazione Italiana Scherma (FIS), dallo Stato Italiano e dall’Unione Europea ed abilita all’insegnamento della disciplina sportiva, per cui alle prove di esame vi è sempre una ampia partecipazione di candidati provenienti sia dall’Italia che dall’estero; per questa sessione, infatti, è prevista la presenza di oltre cento candidati.

L’esame prevede il superamento di alcune prove pratiche, di una prova orale e della discussione della tesi presentata dal candidato.

Le commissione di esame sono composte da rappresentanti dell’Accademia Nazionale di Scherma, della FIS e da maestri nazionali di chiara fama.

Va sottolineato che lo svolgimento di questa tornata di esami nella prestigiosa “location” del Palazzo Reale di Portici è stato possibile grazie all’apporto organizzativo e logistico dell’Amministrazione della Città di Portici ed alla fattiva collaborazione del Dipartimento di Agraria con particolare riferimento alla disponibilità del Sindaco Nicola Marrone, dell’Assessorato allo Sport guidato da Fabrizia Guerra  e del Direttore del Dipartimento di Agraria Matteo Lorito. L’evento è parte integrante delle molteplici iniziative poste in essere dalla città vesuviana in sinergia con la Città Metropolitana di Napoli nel cui patrimonio rientra il prestigioso sito reale voluto da Carlo di Borbone.

Il sindaco Marrone sottolinea: “Abbiamo da tempo avviato una importante collaborazione istituzionale tra l’Amministrazione comunale di Portici, la Facoltà di Agraria  e la Città Metropolitana di Napoli per valorizzare e rendere sempre più fruibile un luogo di straordinaria bellezza”.   L’assessorato al Turismo guidato da Carla Picardi ha tra i principali obiettivi la promozione della Reggia di Portici, tra le perle del Miglio d’Oro, sempre più meta di un turismo qualificato alla scoperta dei gioielli di un territorio straordinario che comprende in pochi chilometri anche le aree archeologiche di Ercolano, Pompei e Oplonti e numerose ville vesuviane del settecento.

In considerazione della rilevanza dell’avvenimento, sono stati invitati alla proclamazione dei nuovi Maestri rappresentanti delle istituzioni politiche e sportive nonché atleti di chiara fama che tanto lustro hanno dato e tuttora danno alla nobile disciplina sportiva.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteTorre Annunziata, dieta mediterranea ed alimentazione, collaborazione con Città della Scienza
SuccessivoMuseo dell’Archivio storico Banco Napoli, nuove sale multimediali dedicate alla musica
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.