Portici, si dimettono 13 consiglieri: Marrone torna a casa

280

marroneCommissariamento alle porte al comune di Portici. Tredici consiglieri di maggioranza hanno firmato oggi, 4 luglio 2016, un documento di dimissioni che porta alla decadenza di Marrone.


Finisce così l’amministrazione del sindaco magistrato Nicola Marrone, eletto a giugno 2013 con il 60% delle preferenze al ballottaggio. Una larga maggioranza comprensiva di Sel, Verdi, Idv e Udc che ha però deciso di tornare a casa e voltare le spalle al primo cittadino.

E proprio sulla “strana” larga maggioranza e su Marrone si esprime il senatore del Movimento Cinque Stelle Sergio Puglia: “Non era necessario alcun potere premonitore per capire che quell’accozzaglia di liste che sostennero il candidato sindaco, con dentro voltabandiera, riciclati, faccendieri ed esperti portavoti avrebbero prodotto l’immobilismo a cui abbiamo assistito in questi tre anni. La decadenza del sindaco Marrone, dopo le dimissioni di 13 consiglieri, arriva troppo tardi. A prolungare l’inutile agonia, l’irresponsabilità di esponenti della maggioranza, preoccupati della loro poltrona molto più che degli interessi della città, unita ad un’opposizione nulla di un Partito democratico che ha preferito aspettare il cadavere sulla riva del fiume, piuttosto che battersi tra i banchi del consiglio perché Portici non perdesse, ad esempio, il suo Lungomare”. E’ quanto dichiarato dal senatore del Movimento 5 Stelle, Sergio Puglia.

“Bisogna ripartire – prosegue Puglia – dall’unica forza in grado di far decollare Portici: i suoi cittadini. E’ con loro che, in tutti questi anni, il Movimento 5 Stelle sta lavorando per perfezionare un serio progetto di rilancio. Pur non sedendo tra i banchi dell’assise cittadina, siamo stati gli unici a portare avanti battaglie su Porto, videosorveglianza, parcheggi, mercato coperto, Museo del Mare, decoro urbano e rilancio di siti storici come Villa Mascolo, Palazzo Capossele, Villa Lauro Lancellotti, Museo Nazionale di Pietrarsa e Reggia di Portici, questi ultimi inseriti nel piano di investimenti nazionale. E’ grazie a noi che è stato sviluppato un progetto di Wi-Fi gratuito. E’ merito del gruppo M5S Portici se in questi anni ai nostri bambini è stata garantita la mensa scolastica. E’ a seguito di una nostra iniziativa che sono stati distribuiti sacchetti per la raccolta differenziata che da mesi il Comune di Portici negava ai suoi contribuenti. Ed è merito dei nostri attivisti se è stata riaperta la via d’accesso al mare, dopo il fallimento del progetto Waterfront”.

“Tutto questo – conclude il senatore M5S – è stato realizzato nonostante non avessimo rappresentanza in Consiglio comunale. Il nostro obiettivo, adesso, è portare i cittadini all’interno del Comune di Portici e lavorare per il definitivo rilancio di Portici attraverso una politica fatta di trasparenza, partecipazione, competenza e soprattutto onestà”.

Raffaele Cirillo