Real San Gennarello, intervista ai due presidenti

287

presidenti real san gennarelloPer costruire una squadra competitiva, oltre alle competenze tecniche per la ricerca dei profili ideali, c’è bisogno anche di tanti sacrifici da parte di una società. Il Real San Gennarello, in vista del prossimo campionato che vedrà la squadra biancorossa figurare in Prima Categoria, non si è fatto trovare impreparato, operando sul calciomercato in maniera oculata e portando in rosa elementi di spessore atti ad alzare il livello della squadra: “Abbiamo fatto diversi acquisti per rinforzare la nostra rosa – commenta il vice presidente Giuseppe Malinconico – L’obiettivo è quello di costruire una squadra che possa stare più in alto possibile in campionato, che possa stare stabilmente tra le prime posizioni della classifica. Non conosciamo il valore delle avversarie, ma siamo consapevoli della forza dei nostri nuovi innesti. L’aspirazione è sempre quella di essere protagonisti. Sono arrivati giocatori di categoria superiore, che hanno calpestato prati di gioco ben più prestigiosi di quelli della prima categoria. Adesso dobbiamo solo sperare in un risultato positivo sul campo, e affidarci alle conoscenze e all’esperienza di mister Di Martino per far si che ognuno di questi elementi venga inserito subito negli schemi di gioco della squadra”.

 

 

Sono tanti i giocatori riconfermati che lo scorso anno hanno condotto la squadra in Prima Categoria: “Alla base di una squadra deve esserci una famiglia, un gruppo unito prima di tutto. A differenza di quello che in tanto dicono in giro, abbiamo dimostrato già lo scorso anno di poter formare un collettivo forte e affiatato. I nostri giocatori devono aiutarsi tra loro. Abbiamo confermato tanti elementi perchè conosciamo il loro potenziale e sappiamo quello che ancora possono dare per questa maglia. Tengono alla squadra, alla causa. Non hanno avuto pretese economiche per i rinnovi e a loro siamo grati per questo. Significa che qualcosa di buono è stato fatto lo scorso anno, oltre ai risultati sul campo”.

 

 

Diverse però anche le separazioni: “Siamo dispiaciuti per alcuni addii, in particolare per quello del nostro ex capitano Amedeo Nunziata e per Gianluca Cirillo. Loro, come tanti altri che non faranno parte della nostra squadra l’anno prossimo, hanno dato tantissimo al Real nella scorsa stagione, compiendo tanti sacrifici sia in campo che fuori. Purtroppo nel calcio come nella vita vanno fatte delle scelte e a malincuore si è arrivati a questa situazione. Faccio loro un grande in bocca al lupo. Sono tutti ragazzi di valore, sono sicuro che possono dare ancora tanto in altre squadre, e chi li prende sarà fortunato. Le nostre scelte non sono influenzate da simpatie o antipatie. Pensiamo soltanto al bene delle squadra e a mantenere determinati equilibri. La prima categoria è un campionato più complicato della seconda. Ci ritroveremo ad affrontare squadre retrocesse dalla promozione ed altre sicuramente più attrezzate. Noi speriamo di aver costruito una buona rosa, poi il campo sarà il giudice”.

 

 

Messi sono contratto tutti i nuovi arrivi, la dirigenza può finalmente andare in ferie prima di riprendere a settembre: La campagna acquisti – continua Malinconico – per ora è chiusa. Siamo intervenuti puntellando ogni reparto, soprattutto in difesa e a centrocampo dove la squadra aveva bisogno di maggiori rinforzi. L’attacco lo scorso anno è stato il più prolifico del campionato, avevamo relativamente poco da cambiare in avanti. Per adesso riteniamo di aver fatto tutto il possibile per mettere mister Di Martino nelle migliori condizioni per lottare per le posizioni di vertice. Se ci saranno occasioni da qui al 5 settembre, magari per un colpo last minute, non ce le faremo scappare. Per adesso va bene così”.

 

 

Sulla stessa linea di Malinconico, anche il presidente Ruotolo: “Personalmente ritengo che la società abbia operato con intelligenza, confermando giocatori che lo scorso anno sono stati fondamentali, e migliorando l’organico con pedine che possono alzare il livello qualitativo della rosa. Sono stati fatti diversi sforzi per accontentare il mister e costruire anche quest’anno una squadra all’altezza della categoria, come lo fu già nella scorsa stagione. I nostri obiettivi sono sempre gli stessi: puntare sempre più in alto e portare in giro il nome del Real San Gennarello grazie ai risultati positivi che speriamo di raggiungere. Non ci illudiamo però, sappiamo che sarà dura l’anno prossimo. Ci confronteremo con compagini più forti e agguerrite, e dovremo stare attenti a non abbassare mai la guardia e a mantenere alta la concentrazione. Sul mercato, ad oggi, i nomi che abbiamo portato in rosa dovrebbero fornirci delle garanzie importanti ma solo il campo ci dirà se abbiamo avuto ragione o meno. Invito infine i nostri tifosi a sostenerci più che mai. Vogliamo che sia un’altra annata indimenticabile, abbiamo bisogno del loro sostegno”.

 

Share