Santa Maria la Carità, inaugurata la strada in ricordo di Carlo Cannavacciuolo

485

carlo cannavacciuoloCarlo Cannavacciuolo, il giovane veterinario ucciso durante un tentativo di rapina nella notte tra il 4 e il 5 novembre del lontano 2011, non è stato mai dimenticato dalla cittadina di Santa Maria la Carità e, infatti, per rendere sempre vivo il suo ricordo, l’amministrazione comunale ha deciso di intitolargli una nuova strada.

L’arteria, che andrà a modificare il normale traffico veicolare, è stata inaugurata ieri sera. Tantissime persone si sono recate nei pressi di piazza Borrelli per assistere alla cerimonia che ha visto la partecipazione anche dei bersaglieri ed ovviamente del sindaco D’Amore e del parroco locale don Francesco Paolo Celotto che ha dato la sua benedizione alla nuova strada.

A scoprire la targa in ricordo di Carlo, sono stati proprio i suoi genitori che con tanta forza e commozione sono stati presenti alla cerimonia di inaugurazione.

Come detto precedentemente, con l’apertura della nuova strada, ci sarà una modifica al traffico veicolare. Infatti, la polizia municipale ha già provveduto ad installare la segnaletica verticale e orizzontale ma vediamo nel dettaglio le modifiche più importanti. Via Cannavacciuolo sarà a senso unico di marcia, divieto di sosta su entrambi i lati, e collegherà via Polveriera a via Scafati con velocità minima di 30 km/h.

Per chi arriva da via Scafati, non può accedere, per divieto di accesso, su via Cannavacciuolo. Per chi arriva da via Petraro, per recarsi nella zona alle spalle della piazza, dove si trovano le scuole, dovrà imboccare sempre via Cannavacciuolo. Si può accedere al parcheggio comunale anche dalla nuova arteria che ha appunto l’entrata, sulla sinistra, per l’area di sosta. Il progetto però è ancora in via sperimentale e solamente dopo essere stato messo alla prova dagli automobilisti si potrà capire se ha bisogno di qualche modifica.

inaugurazione strada

 

Share