Eav, PD Campania: “Caldoro e Voci non sono immuni da responsabilità”

322

circumvesuviana“Le dichiarazioni dell’ex Governatore Caldoro e le affermazioni dell’ex Commissario Voci sulle difficoltà che ancora interessano l’EAV potrebbero essere degne di considerazione se ad avanzarle fossero soggetti immuni da responsabilità per la situazione disastrosa che abbiamo ereditato”.

È quanto afferma in una nota il gruppo regionale del Partito Democratico.

“Ora che finalmente qualcuno si occupa seriamente, pur nelle enormi difficoltà in cui si trova ancora l’azienda, di pensare e mettere in campo soluzioni assumendo responsabilità prima eluse in modo sistematico, quelle dichiarazioni sanno di polemica stucchevole. Certo i problemi di EAV – hanno aggiunto i democrat – non sono ascrivibili solo alla gestione Caldoro/Vetrella. Errori si sono commessi anche in passato. Caldoro dovrebbe, spiegare ai cittadini che giustamente lamentano il disservizio creato dalla insufficienza dei treni, per quale motivo nessuno si è preoccupato di chiedere al Ministero il nulla osta sul rispetto delle norme vigenti sulle porte dei treni, relativamente alle due commesse di revamping partite a fine dicembre 2013 e poi rimaste ferme (per 12 treni con l’azienda tedesca Euromaint e 25 con TFA). Avremmo avuto 37 treni in più di sicuro”.

“Voci dovrebbe spiegare come mai durante il suo commissariamento neppure il pareggio di bilancio è stato realizzato, anzi i dati dicono che nel corso del suo mandato addirittura il debito sia cresciuto. Di converso in un solo anno di lavoro il nuovo Governo Regionale, la maggioranza e la nuova direzione di EAV stanno dando dimostrazione di un cambio di passo decisivo. Solo per fare alcuni esempi: commesse per il revamping di treni sbloccate e che porteranno all’aumento della flotta a disposizione di EAV e dunque dei cittadini; nuovi investimenti già deliberati a giungo 2016 per l’acquisto di nuovi treni; e poi gli investimenti per la sicurezza delle stazioni; l’acquisto di treni da Trenitalia già operativi sulla linea metropolitana; il riconoscimento del Tfr agli ex dipendenti EAV bus che lo aspettavano da oltre 4 anni; l’interazione continua e costante tra regione EAV e ministero per scongiurare l’aggressione dei creditori e ridare respiro all’azienda; senza dimenticare il finanziamento per garantire il trasporto gratuito agli studenti”.

Per i consiglieri del Pd Campania c’è ancora tanto da fare: “Come PD insieme a De Luca, alla maggioranza e la nuova direzione Eav non intendiamo attardarci a guardare agli errori del passato. Siamo al lavoro costantemente e quotidianamente perché nei prossimi mesi ed anni si possa parlare del rilancio dell’azienda e di un servizio improntato a qualità efficienza”.