Us Angri, Massalubrense strapazzato

335

immagine-calcioL’Us Angri strapazza il Massalubrense rifilandogli sei reti in quella che è stata la prima uscita ufficiale stagionale: la coppa italia Non c’è stata storia ad Angri, troppo forti i grigiorossi per una squadra come il Massalubrense che pur giocando un buon calcio pecca di esperienza per la presenza di molti giovani.

Mister Silvestri ha preparato questa partita con il massimo impegno, come fosse una finale, perchè la vittoria era d’obbligo visto che si giocava la prima partita ufficiale in casa davanti al proprio pubblico.

Senza entrare nel merito della partita bisogna evidenziare il ritorno al goal del bomber Fabio D’Antonio che merita un grande plauso per la determinazione che ha avuto nel recuperare la miglior forma e che siamo certi darà il suo solito immenso apporto. Che dire poi di tutti gli altri? Angri è una piazza che da stimoli importanti, che ti fa dare ogni volta il 120%.

Una nota di rilievo va al duo Guido Silvestri, Coppola Cipriani che lavorando a braccetto stanno creando un gruppo solido che è sicuramente condizione essenziale per puntare ad un campionato di vertice.

 

 

Un grazie va a tutta la squadra per la bella prestazione.

Il Presidente Tortora ha dichiarato “questi ragazzi mi daranno grosse soddisfazioni, ne sono sicuro. Allo stadio era presente anche l’assessore allo Sport del Comune di Angri, Anna De Cola che al termine dell’incontro è voluta scendere in campo a ringraziare i calciatori uno ad uno. Successivamente si è intrattenuta con il Mister dimostrando ottime conoscenze calcistiche. Sulla questione stadio, infine ha dichiarato che pur non essendoci le basi per un immediato intervento importante si impegnerà a cercare di soddisfare tutte le richieste “soddisfabili” della società. Infine il capitolo tifosi. A loro non piace stare sotto i riflettori. Per loro basta un semplice aggetivo: immensi.

ANGRI: De Marinis, Ruggiero, Marsiacano, Loreto, benedetto, Rea, Tortora, Pucci, D’Antonio, Barone, Quattroventi

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano