Lavori pubblici a Striano, Rendina: “Tanto è stato fatto e tanto ancora c’è da fare”

566

lavoripubblici-striano

E’ stato firmato stamattina a palazzo Filippetto Marino il contratto tra il comune di Striano e l’impresa che eseguirà i lavori per il completamento del primo lotto della palestra della scuola secondaria di primo grado in Via Monte.

Il progetto, redatto dall’architetto strianese Federico Cordella, è stato diviso in due lotti per via delle risorse finanziarie e provvederà a completare la struttura realizzata negli anni compresi tra il 1988 e il 1994, mantenutasi in uno stato efficiente.

Questo primo stralcio del completamento è stato finanziato con fondi comunali del 2014 – 2015 e prevede la realizzazione degli infissi, dell’intonaco interno e della pavimentazione. Prevede, inoltre, adeguamento degli spogliatoi, già completati dall’amministrazione Del Giudice ed adibiti a classi scolastiche quando vi fu l’istituzione della scuola alberghiera a Striano.

Domattina a palazzo di città firmerà il contratto l’impresa che completerà la riqualificazione dello stadio comunale in via Monte. I lavori furono divisi in lotti dal principio. Il primo lotto, avviato e completato dall’amministrazione Del Giudice, ha previsto il rifacimento del terreno di gioco con erba sintetica, il posizionamento delle torri-faro, la realizzazione dell’impianto di irrigazione a norma, e la ristrutturazione della tribuna ospiti. Al termine del primo lotto, lo stadio ebbe l’omologazione da parte della Lega Nazionale Calcio per il campo in erba sintetica.

Il secondo lotto dello stadio, di cui a breve partiranno i lavori, prevede il posizionamento di altre due torri-faro, la ristrutturazione completa degli spogliatoi, il rifacimento degli impianti elettrici ed idraulici, la ristrutturazione del bagno settore tifosi ospiti e infine una sistemazione delle aree esterne.

Provvedimenti sono stati presi anche per altre strutture. La giunta comunale, infatti, in questi giorni, ha richiesto alla Regione Campania l’ammissione al finanziamento per procedere alla progettazione di tre importanti opere. Si parla dell’adeguamento alle norme di sicurezza ed alla normativa antincendio degli edifici scolastici di Via Monte e di Via Risorgimento, dell’abbattimento e ricostruzione della Scuola Elementare di Piazza D’Anna e della riqualificazione ed efficientamento energetico del Centro Intermodale dell’area Pip.

“Tanto è stato fatto e tanto ancora c’è da fare – commenta il sindaco di Striano, Aristide Rendina – si va avanti con l’impegno e la dedizione di sempre per raggiungere grandi risultati insieme”.

Raffaele Massa

Share