Palma Campania, lavoratori in nero: sospese due attività

358

lavoro nero tessileI carabinieri della stazione di Carbonara di Nola in collaborazione con personale dell’Asl Na3 Sud di Pomigliano d’Arco, della direzione provinciale del Lavoro di Napoli e della filiale Inps di Nola, hanno effettuato un servizio per contrastare il lavoro sommerso e controllare le condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Denunciato un 24enne del Bangladesh residente a Palma Campania e titolare di un opificio tessile in via San Nicola. L’uomo è ritenuto responsabile di aver dato occupazione a stranieri in stato di clandestinità. Nel corso dell’ispezione è stato accertato che nell’opificio c’erano 3 lavoratori “a nero”, motivo per il quale l’attività imprenditoriale è stata sospesa.

Altri controlli nella ditta in via San Nicola di un 41enne del Bangladesh, con l’accertata presenza di un lavoratore non inquadrato. Anche in questo caso l’attività è stata sospesa.

Share