Piano di gestione dei siti di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata

950

scavi pompeiCon la riunione di questa mattina all’Auditorium degli scavi sono ripresi i tavoli di concertazione per il piano di gestione del sito Unesco “Aree archeologiche Pompei, Ercolano e Torre Annunziata”, finalizzato ad individuare i più idonei sistemi di gestione dei siti archeologici iscritti nella lista Unesco e della buffer zone, che comprende oltre a Pompei, Ercolano e Torre Annunziata anche i seguenti comuni dell’area vesuviana: Portici, Torre del Greco, Trecase, Boscotrecase, Boscoreale e Castellammare di Stabia.

L’incontro di quest’oggi ha visto coinvolti i rappresentanti delle varie istituzioni interessate, il Segretariato Generale del Ministero per i beni, le attività culturali e il Turismo, la Soprintendenza Speciale Pompei, la Direzione Generale del Grande Progetto Pompei, la Regione Campania, la Città Metropolitana e i 9 Comuni della Buffer Zone.

In occasione dei Comitati del patrimonio mondiali del 2013 e 2015 era stato richiesto di provvedere a integrazioni in merito alle norme di tutela della buffer zone e al piano di gestione stesso.

I lavori della sessione odierna hanno avuto per oggetto la condivisione e la stesura delle integrazioni proposte in vista della prossima scadenza del 31 dicembre 2016 che impone la presentazione del piano di gestione definitivo.

Antonio Giuseppe Flauto

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano