Addio al celibato in radio per Giorgio Zinno, primo sindaco gay d’Italia

1206

zinno-tortaFesta di addio al celibato a Radio Marte per Giorgio Zinno, il sindaco di San Giorgio a Cremano che, domani, sposerà il suo compagno di vita, Michele Ferrante.

A festeggiarlo, nel corso de La radiazza, Gianni Simioli e il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che, domani, sarà anche tra gli invitati.

Non sono mancati momenti di imbarazzo per il primo cittadino sangiorgese quando, in studio, è arrivato uno spogliarellista a riscaldare l’ambiente e non è mancata neanche la tradizionale torta grazie a Massimiliano Rosati, patròn del Gambrinus.

“Finalmente anche in Italia c’è un riconoscimento ufficiale per le coppie omosessuali, ma c’è ancora tanta strada da fare, come testimonia anche l’episodio raccontato da Rosati che ha avuto molte difficoltà a trovare le statuine degli sposi da posizionare sulla torta perché a Napoli non le vendono ed è stato costretto a rivolgersi a un commerciante di Sala Consilina” ha raccontato Borrelli per il quale “è un segnale di quanto non sia ancora entrata nella vita quotidiana l’dea che due persone dello stesso sesso possano amarsi e ora avere anche un riconoscimento ufficiale con tanto di festa e torta”.

Nel corso dell’addio al celibato, è intervenuto in diretta anche Luigi Mercogliano, uno dei leader napoletani del Movimento per la famiglia, che, pur conservando le sue posizioni, ha fatto gli auguri a Zinno e ha poi detto che “il confronto è stato corretto e civile e il Sindaco di San Giorgio, seppur schierato su posizioni radicalmente opposte alle mie, è persona con la quale è bello confrontarsi”.

Share