Il pareggio del Napoli al Marassi grazie alle parate di Reina

382

ReinaLe parate del portiere spagnolo contro il Genoa ripropongono un idillio tra l’estremo portiere ed i supporters azzurri mai scemato nonostante il finale della scorsa stagione non fosse stato proprio entusiasmante per via di alcuni problemi fisici che non gli hanno permesso di poter essere al meglio tra i pali, commettendo alcuni errori che ad ogni modo non sono risultati quasi mai decisivi ai fini del risultato finale.

Durante il mercato estivo era quasi certo l’arrivo di Sportiello special modo dopo l’infortunio di Reina al bicipite femorale occorso durante la preparazione a Dimaro ma alla fine il Napoli ha deciso di puntare ancora un altro anno sul portiere spagnolo rimandando l’acquisto di un nuovo portiere per la prossima stagione. Per la prima partita di campionato Reina era già pronto a difendere la porta azzurra.

 

 

Un mezzo errore sul gol di Niang contro il Milan ed un errore grave sul tiro di Verdi contro il Bologna hanno posto alcuni interrogativi sulla condizione fisica e psicologica di Reina, ma contro il Genoa c’è stata la rinascita con parate quasi impossibili che hanno permesso al Napoli di rimanere ancora imbattuto dopo cinque partite di campionato.

Le due parate nel finale di gara sono frutto della tecnica ma anche del coraggio e dell’istinto di un portiere considerato come uno dei migliori al mondo ma che negli ultimi mesi aveva forse smarrito la strada.

La papera sul gol di Verdi poteva essere una mazzata dalla quale uscirne con le ossa rotte, ma alla prima occasione il buon Pepe ha dimostrato di avere un carattere d’acciaio regalando al Napoli attraverso le sue parate contro il Genoa un punto che serve a dare continuità ai risultati di questo inizio stagione.

Capitano morale del Napoli, Pepe ha sempre dimostrato grande affetto per i colori azzurri e per la città partenopea, una città che per certi versi assomiglia alla sua Spagna.

 

 

Commovente il suo congedo da Napoli per provare dopo un anno l’avventura al Bayern Monaco; questo il suo tweet: “Ciò che dicono gli amici di Benvenuti al Sud è una verità grande come un castello: quando uno straniero arriva al Sud piange due volte, quando arriva e quando parte. Grazie di cuore a tutti voi tifosi napoletani per la vostra grinta e per l’affetto e l’amore che mi avete mostrato. E’ stata una stagione meravigliosa. Forza Napoli sempre!” 

Dopo un anno al Bayern, Reina, il figliol prodigo, ritorna al Napoli, il richiamo di Partenope è stato troppo forte e pur di indossare nuovamente la casacca azzurra il portiere ha anche rinunciato a parte del suo ingaggio.

Pepe, campione del Mondo e d’Europa con la Spagna, ama mandare frequenti messaggi d’amore ai supporters azzurri sui social, introducendo spesso anche frasi in lingua napoletana, un ulteriore segnale che l’integrazione dello spagnolo con Napoli è praticamente totale, infatti, Reina in un’intervista ha paventato l’ipotesi di poter rimanere a vivere a Napoli anche quando la sua carriera da portiere terminerà; un vero portabandiera per la città azzurra, uno spagnolo che ha vissuto in grandissime realtà come Barcellona, Liverpool o Monaco che si riconosce partenopeo difendendo la sua città d’adozione e promuovendone le sue bellezze attraverso i social è un qualcosa che deve renderci tutti orgogliosi.

 

Difendere la porta del Napoli e la città, questo è il compito di Reina e dopo le parate col Genoa  possiamo solo dirgli “Grazie Pepe”.

Alessandro Di Napoli

 

Share