Bimbo fulminato alla Festa della Nocciola di Boscoreale

festa-della-nocciolaTragedia sfiorata alla “Festa della Nocciola”, ieri sera, a Boscoreale: un bambino ha rischiato la vita perché è stato colpito da una scarica elettrica mentre stava vicino al palco, realizzato a Piazza Vargas per ospitare cantanti, gruppi musicali e scuole di danza dell’area vesuviana.

Il piccolo, quattro anni, che chiameremo “Marco” per proteggerne la privacy, che stava assieme a altri coetanei, anche loro colpiti da scariche, per fortuna in maniera leggera, purtroppo ha auto la peggio e si è accasciato al suolo privo di sensi.

Ai genitori e a chi gli stava vicino la situazione è apparsa subito grave. I soccorsi sono scattati immediatamente e Marco è stato portato all’ospedale di Boscotrecase da dove, riscontrata la gravità della situazione, è stato trasferito alla divisione “Pediatria” del Santobono.

Una notte in osservazione per controllare eventuali segnali d’aggravamento della situazione e poi, stamattina, Marco è stato dimesso e ha potuto tornare a casa con le gambe marchiate dai segni delle bruciature.

Al momento non risultano aperte inchieste in merito.

Ai Carabinieri di Boscoreale non è difatti giunta alcuna denuncia sull’accaduto. Non si esclude che un fascicolo possa essere aperto nei prossimi giorni in seguito a denuncia dei genitori del bimbo o a segnalazione dei sanitari dell’ospedale napoletano. Anche perché per il palco non sarebbe stata richiesta e dunque concessa alcuna autorizzazione tanto all’Ufficio tecnico comunale quanto dalla Polizia urbana.

Insomma una vicenda complessa in cui pare esserci stata tanta superficialità e che tra poche ore potrebbe avere ulteriori sviluppi con il sequestro del palco da parte dei vigili e il divieto di esibizione per i cantanti e i gruppi invitati.

La terza serata dell’evento boschese potrebbe comunque andare in scena se con un repentino intervento degli organizzatori fossero stati rilasciati ad horas le mancanti autorizzazioni.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteIl Chievo ospite del Pomigliano Calcio al “Gobbato”
SuccessivoGivova Scafati lotta ma non basta: la Supercoppa va al Bologna
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.