Blitz Guardia di Finanza e Penitenziaria nel Casertano: sigilli a beni per 18 mln

509

panifici camorra 1

Nel Casertano il monopolio è ben consolidato ed è quello della distribuzione e vendita del pane che è in mano ai clan dei Casalesi che lo gestivano attraverso le aziende dell’imprenditore Gianni Morico, considerato il re dei prodotti da forno.

Morico nei suoi uffici, secondo quanto emerge dalle indagini, ospitava anche i summit del clan, in particolare quelli della faziona guidata dall’ex boss Michele Zagaria, clan, che dopo l’arresto, è finito nelle mani del suo guardaspalle, Nicola Del Villano, e, soprattutto, di suo cugino, Pasquale Fontana.

In un blitz delle Forze dell’Ordine sono stati sequestrati beni per 18 milioni, riconducibili al clan, e arrestate nove persone di cui 6 in carcere e 3 ai domiciliari.

Scattati i sigilli, apposti dalla Guardia di Finanza, a diverse società e attività imprenditoriali che la cosca usava per gestire il monopolio nella gestione della distribuzione del pane e di altri prodotti alimentari nel Casertano.

Nicola Del Villano supervisionava gli investimenti delle varie fazioni nei settori immobiliare e commerciali e ne “sedava” i conflitti che sorgevano per questioni economiche.

 

LEGGI ANCHE

Monopolio dei clan sulla vendita del pane, lo conferma un’inchiesta di Legambiente

Share