Rapporti di amicizia fra AISA e Circolo ILVA di Bagnoli, verso il gemellaggio

427

1-g-santoro-g-cimmino-v-attanasio-a-castaldo-al-circolo-ilva-bagnoli-28-9-2016L’Associazione Italiana Sicurezza Ambientale AISA, con il suo presidente, il Cavaliere Giovanni Cimmino, introdotto dal Maresciallo Raffaele Capuano, mercoledì 28 settembre ha incontrato presso lo storico Circolo ILVA di Bagnoli, il presidente  Vittorio Attanasio, quello emerito, oggi componente del Consiglio Direttivo, Guglielmo Santoro, ed il sopraggiunto direttore, Antonio Fournier.

Ad affiancare il presidente Cimmino vi erano il Maresciallo Stefano De Rosa ed il giornalista e sociologo Antonio Castaldo che ha riscontrato per argomenti di storia e ricerca sociale il comune interesse con lo stesso Guglielmo Santoro come  “in riferimento alla eredità lasciata dalla  presenza industriale nella siderurgia e dall’associazionismo di mutua assistenza del mondo operaio a Bagnoli”. Da questo primo incontro sono scaturite le comuni volontà delle associazioni a ritrovarsi in una ipotesi di gemellaggio nella condivisione di una progetto inerente le tematiche ambientali.

Sono state consegnate due targhe AISA, la prima al presidente, Vittorio Attanasio, “In segno di stima per la ultracentenaria storia del Circolo Ilva di Bagnoli, per l’associazionismo di mutuo aiuto e l’emancipazione civile che inoltratasi nel Terzo Millennio continua  a dare il suo contributo pero sviluppo futuro, possibile e auspicabile di Bagnoli”. La seconda, a Guglielmo Santoro “Per il suo impego nei valori solidaristici che dall’antica e sana radice sociale del Circolo Ilva di Bagnoli attinge forza e convinzione per portare avanti una rinnovata testimonianza nel mondo dell’emancipazione umana e dell’amicizia fra i popoli”.

Da parte del Circolo è stata consegnata la pubblicazione, a cura di Guglielmo Santoro,

Nella giornata di sabato 1° ottobre, un folto gruppi di operatori e guardie ambientali dell’AISA con il presidente Cimmino è stato di nuovo presente presso il Circolo ILVA dove il Ministro Graziano Del Rio partecipava al convegno su “Infrastrutture e Mezzogiorno” una iniziativa ricompresa nella festa di “Sudd” la fondazione presieduta da Antonio Bassolino.