Castellammare, il centrodestra: “Spartizioni completate, ora ci governa il nulla assoluto”

gaetano cimmino1 castellammare stabia“Sin dal suo insediamento la coalizione del centrosinistra ha messo in campo il nulla. Con l’elezione a presidente della commissione Statuto di Antonio Alfano e a vicepresidente di Giovanni Nastelli è stata completata l’opera di spartizione e confermata, più che mai, la tendenza a premiare il nulla più assoluto. La città va avanti per inerzia, naufraga senza equipaggi”. Così Gaetano Cimmino, leader dell’opposizione di centrodestra in consiglio comunale a Castellammare di Stabia.

“Le bieche condotte del centrosinistra e del Partito Democratico in particolare – ha continuato Cimmino – sono emerse e continueranno ad emergere nel prossimo futuro. Queste persone si sono spartite magistralmente tutte le posizioni a cui miravano all’interno di Palazzo Farnese, provando solamente a fare appelli all’unità con le minoranze per raggiungere obiettivi comuni.

Noi abbiamo fatto e continueremo a fare la nostra parte per il bene della città, ma non possiamo fare altro che prendere le distanze da questo modo becero di fare politica. Abbiamo più volte sottolineato come il Pd non sia altro che un’aggregazione di bande messe assieme solo con l’intento di spartirsi qualcosa ed il risultato è il totale immobilismo a cui costringe Castellammare da mesi”.

“Chiari segnali di immobilismo – ha spiegato Massimiliano De Iulio – sono ben visibili negli ultimi giorni con i terribili allagamenti che hanno tenuto in ostaggio i cittadini dal centro alle periferie. La città aspetta risposte da persone che hanno fatto di tutto per raggiungere posti di comando e che ora si sono accomodate senza muovere un dito. Consiglieri comunali che hanno completamente dimenticato le promesse fatte su temi importantissimi come il dissesto idrogeologico, le opere pubbliche che sono bloccate o procedono a rilento, l’ordinarietà.

Non dobbiamo affatto dimenticare le tante chiacchiere in merito alla risoluzione del dramma delle famiglie della zona di Varano, che vivono ancora con l’incubo degli abbattimenti nonostante la famigerata filiera istituzionale. Sin dall’insediamento del consiglio comunale abbiamo lanciato l’operazione ‘fiato sul collo’ per denunciare criticità, spartizioni e atti di malgoverno. Continueremo su questo filone, ne va del bene di tutta la città”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteSaviano: arresto per detenzione e spaccio di droga, ai domiciliari
SuccessivoSanta Maria la Carità, tutto pronto per la nuova chiesa del Petraro. Oggi inaugurazione del cantiere
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.