Marcia della Pace promossa dalla scuola: Brusciano-Mariglianella-Marigliano

683

3-arrivo-a-marigliano-marcia-della-pace-10-10-2016Domenica 10 ottobre sotto il clemente sole autunnale si è svolta “Marcia della Pace”, Brusciano-Mariglianella-Marigliano, promossa dalla Scuola Dante Alighieri il cui dirigente scolastico è il lungimirante dott. Luigi Gesuele che vanta la disponibilità di un pregevole corpo docente con la stretta collaborazione, fra gli altri, di Maria Braccolino e Antonio Scarpetti.

Il coloratissimo e gioioso corteo aperto dallo striscione “Proteggiamo la Nostra Casa” è iniziato dopo aver effettuato lo scambio di saluti telefonici con la “Marcia della Pace Perugia-Assisi” e l’incipit dato dalle parole del Parroco Don Salvatore Purcaro, della Chiesa di san Sebastiano Martire, che ha sottolineato come “il fatto di camminare insieme è già la vittoria della Pace. Ai tanti genitori presenti ricordo che la Pace viene garantendo la serenità nelle famiglie, superando liti, discussioni e sofferenze, badando all’essenziale”.

Per il Comune di Brusciano era presente il Sindaco, Avvocato Giosy Romano, con fascia tricolore e gonfalone, insieme all’Assessore alle Politiche Sociali, prof.ssa Licia Mocerino, ed i Consiglieri Comunali, Ilaria Di Maio, Fabio Terracciano, Raffaele Sposito e Antonio Di Palma. Dal Comune di Mariglianella il Sindaco Felice Di Maiolo, impegnato nella coincidente giornata dell’elezione per la Città Metropolitana, in quanto candidato consigliere metropolitano, poi eletto, ha delegato il responsabile della Comunicazione Istituzionale, il giornalista Antonio Castaldo, a partecipare all’intera manifestazione. Per il Comune di 1-partenza-marcia-della-pace-brusciano-9-10-2016Marigliano, come delegati del Sindaco, Avv. Antonio Carpino, hanno partecipato il Vice Sindaco, Alfonso Lo Sapio, e l’Assessore alle Politiche Sociali, Pubblica Istruzione, Cultura e Legalità, Maria Luisa Sodano.

La viabilità è stata regolata ed efficientemente gestita dalla staffetta della Polizia Municipale, per i tratti viari di competenza, di Brusciano con il Comandante Antonio Di Maiolo, di Mariglianella con il Comandante Andrea Mandanici e di Marigliano con il Comandante Antonio Perrone. Lungo tutto il percorso Brusciano-Mariglianella-Marigliano c’è stato l’affiancamento di protezione civile con gli operatori dell’Associazione Italiana Sicurezza Ambientale, AISA, presieduta dal Cavaliere Giovanni Cimmino. A Marigliano c’è stata la discreta presenza dei Carabinieri della Caserma al Comando del Maresciallo Raffaele Di Donato.

Il Sindaco di Brusciano Avv. Giosy Romano, alla partenza ha affermato che “troppo spesso la parola Pace viene abusata, eppure sono quattro lettere facili da applicare. Occorre aiutare il prossimo e aiutando il prossimo si aiuta se stessi”. E a meta raggiunta ha sottolineato che “questa Marcia della Pace ci ha visto uniti, cittadini, paesi e istituzioni, adulti e bambini attraversare i confini territoriali condividendo gli stessi valori, esprimendo vicinanza e reciprocità nello spirito di Assisi che qui abbiamo confermato presso i Frati Minori di San Vito”.

Il Vice Sindaco del Comune di Marigliano, Alfonso Lo Sapio, ha promesso: “Per il prossimo anno ci saranno anche i bambini di Marigliano”. Il Dirigente scolastico dott. Luigi Gesuele ha ringraziato tutti i partecipanti, in particolare “gli alunni, le loro famiglie, i docenti della Scuola Dante Alighieri i Sindaci Giosy Romano di Brusciano, Felice Di Maiolo di Mariglianella e Antonio Carpino di Marigliano, i rispettivi Comandanti di Polizia Municipale, Di Maiolo, Mandanici e Perrone e la Protezione Civile con l’AISA ed il suo presidente, Giovanni Cimmino”.

Questa iniziativa è stata realizzata in seguito all’adesione alla Conferenza Nazionale “Giovani Costruttori di Pace” presso il Senato della Repubblica nell’ottobre del 2015 che registrò la partecipazione di studenti, insegnanti e dirigenti scolastici di varie scuole di ogni ordine e grado, fra cui la Dante Alighieri di Brusciano, oltre cinquanta sindaci, assessori, consiglieri regionali, provinciali e comunali e rappresentanti del mondo dell’associazionismo e del volontariato di 15 regioni d’Italia.